Utente 956XXX
Gentili Dottori, buongiorno e complimenti per il sito Mediciitalia.

Sono un ragazzo di 25 anni e circa 1 mese fa mentre avevo un rapporto sessuale con la mia ragazza l'asta del mio pene è uscita dalla vagina sbattendo contro il pube di lei (Lei era su di me). Ho sentito istantaneamente un piccolo dolore poi più nulla (non ci sono state tumefazioni, edemi o quant'altro, non ci sono state deviazioni del pene in erezione, non avevo e non ho avuto problemi di minzione in seguito all'impatto). Dopo circa 15 giorni dall'accaduto io notavo che le erezioni non erano soddisfacenti, per niente direi, e mi sono rivolto al mio andrologo: mi ha visitato e ha detto che alla palpazione non sentiva nessuna placca indurita. Lui stesso, notando anche che io sono un soggetto molto molto ansioso, mi ha prescritto due esami da fare. Ecografia statica ed ecografia dinamica peniena con iniezione intravenosa di Caverject, per eliminare una volta per tutte i miei dubbi sulle possibili conseguenze dell'impatto. E' inutile dire che avendo ancora una volta grande paura della ecografia peniena dinamica (con tutti i possibili effetti collaterali che può portare) non l'ho eseguita e ho fatto solo quella basale. La riporto qui di seguito:

ECOTOMOGRAFIA PENIENA BASALE;

a) regolare aspetto di cute e sottocute;
b) regolare aspetto dell muscolo dartos;
c) normale spessore dei corpi cavernosi;
d) corpo spongioso dell'uretra di regolare aspetto;
e) presenza di minute deposizioni fibro-calcifiche a carico della fascia di Bunker e della tunica albuginea della corona del glande.

Le mie domande sono:
1) E' possibile che l'impatto abbia portato alla formazione del punto e) di cui sopra (cioè delle minute deposizioni fibro-calciche)? Se così non fosse a cosa sono dovute? E' normale la loro presenza? Esistono taluni integratori o farmaci che possono eliminarle?

2)E' normale che l'impatto (senza edemi, tumefazioni, curvature, problemi minzionali, ma solo con un dolore istantaneo al momento dell'impatto) abbia potuto determinare nei 15 giorni successivi l'impatto stesso un deficit erettivo? ...E' colpa più dell'impatto o del mio stato di ansia che mi affligge ricordando quell'evento?

RingraziandoVI sentitamente porgo sentiti saluti a tutto lo staff MEDICITALIA.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,escluderei qualsiasi relazione tra le minute aree calcifiche riscontrate,di nessun valore clinico,e il recentissimo riscontro di disfunzione erettile,tanto e' vero che il suo andrologo non ha ritenuto di prescrivere nessuna terapia.A questo punto,o ne segue i consigli o ne interpella un altro.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 956XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la sua celere risposta Dottor Izzo. Vorrei chiederLe gentilemente cosa significa l'espressione "di nessun valore clinico"? ... Ho capito che non c'è relazione tra la recentissima disfunzione erettile e le aree calcifiche, ma potrei sapere cosa sono? ... Sono normali? ... esistono vitamine o farmaci a riguardo per farle sparire?....

Ringraziandovi porgo cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a questo punto segua i consigli dell' andrologo di riferimento che ha avuto il privilegio di visitarla.Cordiaita'