Utente 201XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 24 anni e da circa 3 anni soffro (ogni giorno) di una tosse non produttiva, intensa e rumorosa, che si presenta solo in clinostatismo. Gli accessi di tosse sono scatenati dalla sensazione di qualcosa nella gola e possono durare anche qualche ora, finchè non mi addormento e scompaiono; al mattino sono assenti. A volte sono stati così forti da causare emoftoe. Quando sono in piedi la tosse è molto più rara e molto meno "rumorosa".
Sono allergica al polline del cipresso e ulivo e ho sempre dei sintomi specifici (rinorrea e lacrimazione prevalentemente) ben diversi da questa tosse nella stagione di impollinazione. Sono anche allergica al pelo del cane e del gatto (ho un cane e un gatto che vivono in giardino e non entrano mai in casa).
Ho sofferto in passato di RGE con sintomi di pirosi e dolore retrosternale che sono regrediti con l'uso di gaviscon. Attualmente non ho più quei sintomi.
Ho provato con:
- rx torace : negativa con lieve accentuazione della trama bronchiale
- eco tiroide: negativa
- prova alla metacolina: negativa
- trattamento empirico con pantoprazolo e gaviscon per 2 mesi: lievissimo miglioramento della tosse
- mucolitici e sedativi della tosse: nessun effetto
- terapia con antistaminico (Kestine): nessun effetto
L'unica cosa che ha funzionato e che mi ha quasi fatto scomparire la tosse è stato il trattamento di un mese con FOSTER inalatore 2 volte al giorno. Dopo qualche giorno dalla sospensione la tosse si è ripresentata.

Purtroppo non sono riuscita a capire la causa di questa tosse così fastidiosa e non credo di poter assumere a vita cortisone!
Vi prego di indirizzarmi su un possibile percorso diagnostico-terapeutico in modo di poter curare le cause di questa tosse e non solo i sintomi.
Vi ringrazio!
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
intanto dalla sua "webanamnesi" si evince che ha sofferto di MRGE e che il trattamento ex iuvantibus con un IPP+ il Gaviscon le ha procurato un lievissimo miglioramento della tosse.
Lei stessa riferisce di essere allergica: non è detto che si resti allergici per tutta la vita agli stessi allergeni; potrebbe avere sviluppato allergie "nuove".

Potrebbe, vista la negatività delle indagini strumentali eseguite, trattarsi di una combinazione di cause: la MRGE per la quale depone a favore la tosse in clinostatismo e una ipersensibilità mucosale, anche solo delle prime vie aeree, a qualche agente da identificare.

Del resto la risposta pronta alla inalazione di Formoterolo+ Beclometasone vanno considerate come una prova ex iuvantibus.
C'è da chiedersi da cosa Ella tragga giovamento: se dallo steroide topico o dal broncodilatatore.

Personalmente le consiglio di farsi visitare da un ORL: potrà valutare se esista una flogosi diffusa di faringe e laringe o una classica laringite posteriore, tipica della MRGE.
Sarà poi l'ORL a consigliarle di eseguire un PRIST, dei PRICK tests,o dei RAST mirati, per valutare la comparsa di una nuova allergia.

Infine, (previo consulto con il suo curante) sovente queste tossi stizzose rispondono in modo drammatico alla terapia con inibitori della sintesi dei leucotrieni, come il Montelukast. Farmaco non steroideo e molto ben tollerato.
Ne parli con il Suo medico e veda che cosa ne pensa.
Se lo desidera mi tenga aggiornato.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Grazie infinite per la sua risposta.
Seguirò il suo consiglio.