Utente 375XXX
Buongiorno,
Ho eseguito un test salivare per hiv a 30 giorni dal rapporto a rischio. Nei giorni successivi ho avuto la candida orale. Fermo il fatto che ripeterò il test a 90 giorni volevo sapere se posso stare tranquillo con un test hiv di quel tipo e se c'è correlazione tra la candidosi e una possibile sieroconversione. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
presumendo che il test sulla saliva sia risultato negativo, cosa che non ci dice, perchè non ha fatto a trenta giorni un molto più attendibile test HIV 1-2 di IV generazione su sangue?
Avrebbe avuto una attendibilità, se negativo, del 97% e poi quella assoluta a tre mesi.

La candidosi orale, se di quello si è trattato, è un segno aspecifico di abbassamento delle difese immunitarie, se non è provocata da assunzione di antibiotici, scarsa igiene orale, diabete mellito, assunzione di corticosteroidi anche topici, tabagismo intenso e altre cause. Ripeto, sempre che si sia trattato di "mughetto"
Non è tuttavia indice di sieroconversione, comparendo solo nelle fasi conclamate con un numero di CD4 << 200/mmcubo.

Cordiali saluti.


[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,
Grazie per la celere risposta. Il test salivare è risultato negativo. Andrò anche a fare il test su sangue ma volevo sapere se il test che ho fatto era comunque affidabile.
In effetti ho la parodontite. Per un accertamento di un'eventuale candida orale mi devo rivolgere a un dermatologo?

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
deve semplicemente farsi fare, sempre che sia d'accordo, dal suo Medico Curante, la richiesta di un tampone per ricerca di Candida spp nelle fauci e recarsi presso un buon laboratorio di microbiologia di un ospedale con un reparto di Infettivologia.

Inoltre rivolgersi ad un odontoiatra per la cura della parodontite che la porterà a perdere i denti se non curata.
Ma forse è già in cura per questo problema.

Con simpatia.


[#4] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore. Chiederò anche al medico di rifare il test hiv su sangue. Ma quello salivare può farmi stare tranquillo?

Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
l'attendibilità del test salivare è senz'altro inferiore a quella del test su sangue.

In soldoni, diciamo 90% vs 97% a 30 giorni dal contatto.

Cordialità
[#6] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore, Buon lavoro

Saluti
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Saluti a Lei!
[#8] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottore,
Scusi se torno a richiedere un suo parere. Però ho un dubbio. Due settimane dopo il rapporto a rischio ho avuto un raffreddore con febbre per solo una sera. Dodici giorni dopo ho effettuato il test salivare risultato negativo. Se fosse stato un episodio di sieroconversione il test sarebbe stato positivo?
Mi scusi ancora per il disturbo.

Saluti
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Buongiorno a Lei,
se si fosse sieroconvertito 12 giorni prima, 12 giorni dopo il test sarebbe risultato positivo.

Cordialità.
[#10] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore e Buona Pasqua!
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Buona Pasqua anche a lei e ai suoi Cari!
V.C.