Utente 379XXX
Buongiorno. vi scrivo perche' mi sono sorti dei dubbi atroci riguardo a un episodio avvenuto oggi. Ma per formulare bene la domanda devo iniziare la spiegazione da un po prima. Il mese scorso ho assunto in maniera errata la pillola anticoncezionale, terminando prima del dovuto il blister e perdendo la copertura anticoncezionale (cosi mi e' stato detto). Purtroppo sono venuta a conoscenza della mancata copertura solo dopo un rapporto a rischio, cosi ho assunto la pillola del giorno dopo. Sapevo che avrei dovuto ricominciare l'assunzione della pillola anticoncezionale all'inizio del ciclo successivo, perche' ormai avevo perso la copertura continua, ma il ciclo e' arrivato prima di quanto pensassi, 14 giorni dopo l'assunzione della pdgd. li per li rinunciai a ricominciare la pillola e decisi di aspettare un'altro mese, perche' ormai avevo saltato i primi giorni di ciclo. Senonche' ho deciso di consultare il mio ginecologo, che mi ha consigliato di cominciare comunque la pillola, ma che avrei dovuto usare ulteriori protezioni nei rapporti per i 7 giorni successivi. Quindi ho ricominciato a prendere la pillola (indicativamente il secondo o terzo giorno di flusso consistente, ma non so se contare l'inizo del ciclo dalle primissime perdite di sangue anche se veramente esigue, altro dubbio). oggi, l'ottavo giorno di pillola, convinta di essere protetta, ho avuto un rapporto con penetrazione in vagina, non completo, e una penetrazione anale con eiaculazione all'interno. Ora, dopo aver pulito con della carta le parti intime per sicurezza dopo un po mi sono alzata ed e' sceso un po di liquido che ho cercato di pulire subito. Probabilmente rivestendomi camminando eccetera ne sara' uscito ancora un po. Oggi cercando tra i vari forum ho letto che la pillola del giorno dopo puo' indurre a un ciclo falso, e mi e' venuto il terrore che il ciclo durante il quale ho reiniziato la pillola sia stato falso (e' durato praticamente solo tre giorni anche se somigliava molto a uno normale per colore e intensita') e che quindi al momento non sono protetta. Ho letto di una situazione analoga qui sul sito ma in quel caso la ragazza aveva iniziato correttamente la pillola il primo giorno di ciclo, vero o indotto che fosse, mentre io ho iniziato la pillola il secondo giorno di ciclo abbondante/5' giorno se vogliamo contare anche i giorni con perdite quasi inconsistenti. In questo caso vale lo stesso discorso? posso contare il ciclo indotto dalla pdgd come un ciclo 'idoneo' per cominciare la pillola? e se si mi potrebbe per favore dar conferma del fatto che dopo i primi sette giorni di pillola sono protetta? un'ultima cosa che mi ha lasciata alquanto perplessa se possibile. E' vero che la pdgd interferisce con l'azione anticoncezionale della pillola normale? l'ho letto in qualche spiegazione e non so se ho capito male io o e' realmente cosi! scusi se sono stata lunga, resto in attesa e intanto le auguro una buona giornata.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
-. si è corretto iniziare la pillola dal primo giorno del flusso anche se indotto da pdgd
-. la protezione contraccettiva scatta dal primo confetto assunto
-. nessuna interferenza tra pillola contraccettiva e contraccezione d'emergenza (pdgd)
-. per "flusso falso" si intende un flusso da sospensione , ma non si intende gravidanza .
SALUTI