Utente 398XXX
Buongiorno, vorrei porvi due quesiti sperando in una costra risposta. Pochi giorni fa sono stato vittima con la mia famiglia di un incidente stradale. A mio figlio di 3 anni i medici darrivati con l ambulanza hanno misurato la saturazione con l apposito strumento che gli è stato messo sul pollice. Mio figlio poco dopo ha messo il ditino in bocca. Se lo strumento fosse stato sporcodi sangue o altro liquido biologico puo aver corso rischi per la trasmissione di hiv hcv o altre malattie infettive?
Per quanto concerne me al pronto soccorso c era una situazione davvero assurda. Un uomo veniva soccorso prima di me un tipo evidentemente non a posto che ha addirittura urinato per terra schizzqndo tra l altro le povere infermiere che lo assistevano e non sapevano come gestire la situazione. Dopo ciraun ora un infermiere che aveva per l appunto avuto a che fare con questa persona (ha preso il suo zaino lo ha fatto sedre sulla sedia) e io non ricordo se avesse i guanti o meno , mi ha fatto un prelievo di sangue . Stando supino non sono riuscito a vedere se avesseo meno i guanti, credo di no perchè parlando di varie cose mi ha detto che nn usano i guanti nei prelievi perchè hanno difficoltà ad individuare la vena. Presumo quindi non li abbia usati nemmeno con me. So solo che mi hanno messo per far il prelievo 1 rubinetto a 3 vie, credo si chiami cosi. espero non abbia toccato l ago!!! Fatto sta che aprivano e chiudevano di continuo le porte del p.s con i guanti che usavano per i vari pazienti. Una dottoressa mi ha poi tolto questo aggeggino dalla vena e mi ha messo un po di ovatta e un cerotto sempre a mani nude dopo ver toccato oggetti che magari in precedenza erano stati toccati con i guanti sporchi dai vari ninfermieri. Non so se ho ben spiegato la dinamica della questione, spero di esser stato chiaro. Ho corso rischi per malattie infettive quali hcv hiv eccetera? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
stia tranquillo perchènon ha corso nessun rischio.
Nè lei nè suo figlio con il saturimetro.
Il P.S. è un luogo spesso caotico, specie per chi vi giunge traumatizzato: ciò non significa che le norme elementari di igiene non vengano osservate.
Buon Natale,
Caldarola.