Utente 858XXX
salve cercherò di essere breve da anni purtroppo per patologia prendo oltre ad altri farmaci sospesi da almeno tre mesi senza conseguenze perchè sto cercando di avere un figlio, il rivotril gocce ad alto dosaggio( ovviamente tutto dato dallo psichiatra)Ho iniziato lo scalaggio del rivotril sotto consiglio del suddetto medico 1 gocce ogni 2 giorni, partedo da 40 gocce per 3 volte al giorno prima sono passata a 20 per 4 volte poi ogni due giorni scendevo di 1 e finchè le condizioni esterne sono state favorevoli sono riuscita ad arrivare a 8 gocce per 4 volte, intorno mi sono successe delle cose fortemente stressogene ( e ho visto che i fattori esterni influenzano eccome) e credo di aver avuto di nuovo una fortissima sindrome premestruale come non veniva da parecchio tempo (tremenda insostenibile estrema e mi sono riattaccata al rivotril), prima coperta probabilmente dai farmaci ma anche da quando li ho smessi non la avevvo più avuta. Allora una neurologa che si occupa di disintossicazioni vorrebbe sostituire il rivotril col valium dicendo lei che il valium ha emivita più lunga e forse che è più ansiolitico. Io da anni so che il rivotril è la benzodiazepina con emivita più lunga e che agisce per accumulo ecco perchè il dosaggio giusto deve essere ragggiunto per gradi, non è specificato sui foglietti illustrativi l'accumulo, ma me lo ha detto sempre la psichiatra e sempre sui foglietti si raccomanda questo raggiungimento del dosaggio progressivo. Io comunque non sono diguna essendo comunque appartenente alla classe medica. ma non sono una specialista e non trovo pubblicazioni serie scientifiche in merito su internet. Adesso ho riiniziato da capo lo scalaggio col rivotril. Avete una risposta per me, soprattutto sull'emivita rivotril, effetto accumulo, e differenze col diazepam? grazie mille dell'attenzione
cordiali saluti
Doc
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il clonazepam è una nitrobenzodiazepina,con caratteristiche farmacologiche di "benzodiapina potente",l'emivita media è di 26 ore;l'emivita del Diazepam(considerato il suo metabolita principale,nordiazepam) è di ca 100 ore.
Tenga presente che non si può tenere conto solo di emivita delle BDZ,nelle disintossicazioni,ma anche di potenza della Benzodiazepine
[#2] dopo  
Utente 858XXX

Iscritto dal 2008
Intanto la ringrazio della risposta ultrarapida! Una domanda: devo dedurre da quello che dice che il diazepam ha emivita più lunga ma potenza minore? Insomma se il medico che ha detto di voler sostituire il clonazepam col diazepam volesse farlo, non volendo io cadere come si sul dire dalla padella nella brace, come mi devo comportare? eventualmente non fosse una idea buona che motivazioni devo addurre al mio non consenso? Poi sempre la psichiatra mia di base quando decisi di scalare e togliere i farmaci si è lasciata sfuggire una frase del tipo anche se scali la crisi di astinenza probabilmente la avrai ugualmente! E' vero? Comunque noto che se le condizioni intorno a me sono semitranquille io il rivotril tendo a non cercarlo. Addirittura in condizioni particolarmente favorevoli addirittura tendo a dimenticare di prenderlo e lo prendo solo perchè seguo lo schema terapeutico e di scalaggio evitando salti o comunque atti che potrebbero interferire con lo scalaggio! bene non so se alla presente Lei potrà rispondere, spero di si,ma comunque ribadisco i ringraziamenti per la cortesia e la tempestività!Altra domanda sempre se avrò risposta, se mi dovessero tornare le sindromi premestruali mostruose come l'ultima, a meno che io finalmente non risca ad ottenere la desiderata e faticata gravidanza, lo zyprexa può essee usato come farmaco tampone solo per quel periodo senza fare danni oppure è obbligatorio sempre usarlo in un piano terapeutico a lungo termine??? basta non " rompo più le scatole spero" grazie ancora
Cordiali Saluti
Doc
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Come le avevo accennato il clonazepam è una benzodiazepina ad elevata potenza e a lunga durata di azione che è molto utilizzata nelle disassuefazione da benzod,fra i vari protocolli terapeutici proposti,la diminuizione di 1 o 2 gocce la settimana si è dimostrata (anche nella mia esperienza) una utile alternativa per la discontinuazione.
Per quanto riguarda la S premestruale la letteratura ha evidenziato un'utilità dei framci serotoninergici di tipo SSRI