Utente 410XXX
Buongiorno,
mi piacerebbe avere un parere circa i risultati dello spermogramma:

Giorni di astinenza 5,00 giorni

VALUTAZIONE MACROSCOPICA
Presenza del coagulo Si
Colore Grigiastro
Viscosita' Normale
Fluidificazione in 60 minuti Si
pH 7,60 pH
Volume 2,80 ml

ANALISI MICROSCOPICA
Concentrazione spermatica 110,00 x10E6/ml
Spermatozoi per eiaculato 308,00 x10E6
Numero cellule rotonde 61,00 x10E5/ml
Agglutinazioni Assenti
Aggregati non specifici Assenti
Cristalli Assenti

Liquidi e materiali biologici
Cellule di sfaldamento +
Emazie assenti

MOTILITA' ENTRO 60 minuti
Progressiva PR rapida 40,00 %
Progressiva PR lenta 16,00 %
Non progressiva NP 4,00 %
Immobilita' I 40,00 %
Totale PR rapida + PR lenta 56,00 %

Totale motilita' PR + NP 60,00 %


TEST DI VITALITA' test eosina
Test di vitalita' Non determinato

MORFOLOGIA SECONDO KRUGER

Forme normali 10,00 %
Anomalie testa 86,00 %
Anomalie coda 8,00 %
Anomalie tratto intermedio 34,00 %
Residui citoplasmatici 0,00 %
Teste/flagelli isolati 0/0
Batteri +

Conclusioni WHO 2010:Normozoospermia
(si segnala Teratozoospermia secondo WHO 1999).


grazie
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente,

lo spermiogramma mostra una normozoospermia dunque è potenzialmente fertile. Sicuramente poi ne parlerà col suo andrologo. A presto
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della celerità di risposta.
Quello che mi ha allarmato è la dicitura:

(si segnala Teratozoospermia secondo WHO 1999).

Cosa significa?

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
I criteri WHO 2010 mettevano il valore inferiore minimo al 15%. Quindi, secondo i vecchi criteri , non vi erano forme morfologicamente valide a sufficienza. I nuovi criteri le hanno abbassate al 5%. Questo vuol dire, che chi ha forme morfologicamente normali al 5%, ha una percentuale di un concepimento del 5% in un anno di rapporti non protetti. Lei ha il 10% quindi sale come percentuale. Tenga conto che chi ha 255 milioni per eiaculazione, 61% motilità totale e morfologia al 15%, ha circa 50% di possibilità in un anno. Secondo i criteri WHO e potenzialmente. Mi faccia sapere. A presto
[#4] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Perdoni l'ignoranza ...ma tenendo conto di quanto mi scrive:

"Tenga conto che chi ha 255 milioni per eiaculazione, 61% motilità totale e morfologia al 15%, ha circa 50% di possibilità in un anno"

Secondo i miei attuali valori a quanto ammonta la mia % di riuscita?

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
I criteri WHO 2010 definiscono normospermici tutti gli uomini con parametri che superano quelli indicati al 5° percentile i quali avranno solo un 5% di probabilità di avere una gravidanza. Dunque definisce normospermici anche coloro che faranno in teoria molta fatica a trovare una gravidanza, cioè quelli indicati al 5° percentile. Quanto più i parametri dello spermiogramma si sposteranno dal 5° al 95° percentile, tanto maggioranza saranno le probabilità di successo. Tali valori sono però solo indicatori di fertilità senza garantirla. Altre volte,invece, uomini con qualità spermatica alterata trovano la gravidanza senza molti problemi . Infatti è sufficiente uno spermatozoo valido e fecondante per raggiungere lo scopo. Da ciò si deduce che il solo spermiogramma non è sufficiente per la valutazione della fertilità maschile.
Penso comunque che il suo sperma si collochi poco sotto il 50°percentile. È un buon punto di partenza. A presto
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

un esame seminale eseguito secondo i criteri WHO 1999 esprimeva solo dei dati con medie, mentre fatto con i criteri WHO 2010 esprime dei dati statistici di probabilità di concepimento, quindi migliore del precedente nel definire una percentuale di successo che nel suo caso si aggira intorno al 7% dopo un anno di rapporti naturali. Tuttavia la fertilità di coppia dipende anche da altri numerosi parametri come l'età della partner ed i suoi cicli ovulatori, si confronti con uno specialista dedicato a problematiche riproduttive e poi se servisse ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
[#7] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della risposta.
Premetto che ho svolto questo esame perché la mia compagna è' in amenorrea secondaria e quindi con il solo scopo di escludere eventuali miei problemi. Per quanto, almeno da quello che ho potuto capire, non si tratti di dati certi... Ma come è possibile una differenza così alta tra due pareri? (Intendo tra un valore vicino al 50% e il 7% di possibilità)
Altro dubbio: un uomo con un esame "pulito" che percentuale ha?

In sintesi non mi è chiaro se il mio è un buon risultato o meno. Perdonate se ho fatto confusione.

Grazie delle disponibilità
Buona serata
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
In effetti la sua confusione è più che comprensibile infatti il 7% è un refuso, volevo indicare il 27% che corrisponde ad una morfologia del 10% di forme normali, e questa non è un'opinione ma si basa sulla distribuzione dei valori del WHO 2010, per i parametri seminali relativi a uomini le cui partner hanno concepito spontaneamente entro 12 mesi dalla sospensione dell'uso di metodi contraccettivi. Tuttavia un ulteriore dato che solo ora mi salta agli occhi sono dei valori che hanno dell'incredibile "Forme normali 10,00 % - Anomalie testa 86,00 % - Anomalie coda 8,00 % - Anomalie tratto intermedio 34,00 %" che nella somma totale corrispondono al 138% e questo rende l'esame INATTENDIBILE. Quindi lo ripeta in un centro dedicato e se poi avesse bisogno ci faccia sapere.

Ancora cordialità
[#9] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,
ho sentito telefonicamente la dottoressa del centro fertilità che segue me e mia moglie.
In maniera molto sbrigativa, mi ha spiegato che l'interpretazione del dato che da lei, è che uno stesso spermatozoo puo' avere più anomalie ed ecco perchè (a suo dire) si può ottenere una somma superiore al 100%. Puo' essere?
Ha aggiunto inoltre che avere una normalità del 10% è un buon risultato.

Io non ho ancora chiaro se sia un buon risultato o meno. (mi riferisco a livello generale e nella maggior parte dei casi)

grazie ancora
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Per quanto riguarda il primo quesito, può domandare al centro dove ha eseguito lo spermiogramma se tale spiegazione è plausibile.
Per il valore del 10% dico che è un buon risultato in rapporto agli altri valori, sotto non molto il 50° percentile e sufficiente per essere potenzialmente fertile. A presto e spero di averle chiarito le idee.
[#11] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

confermo quanto le ho già ribadito nella precedente, inoltre le spiegazioni datele non possono essere accettate infatti chi legge un referto deve essere in grado di comprenderlo e come si può sapere quanti spermatozoi avevano più difetti e quanti ne sono stati valutati. Un buon laboratorio che segue i criteri WHO dovrebbe sapere che in caso uno spermatozoo abbia più di un difetto deve essere considerato come preminente quello della testa spermatozoaria.

Per il valore morfologico del 10%, basta guardare la tabella dei percentili del WHO 2010 e capirà dove sta la ragione.

Ancora cordialità