Utente 395XXX
Salve,
ho 36 anni e sono alla quindicesima settimana di gravidanza. I primi tre mesi sono andati molto bene, a parte i normali sintomi come nausea e stanchezza non ci sono stati particolari problemi. Tutto fino alla settimana scorsa in cui, per la precisione sabato 11 giugno, ho fatto il pap-test così come indicato dagli esami previsti in gravidanza. Nella notte tra lunedì e martedì ho avuto una perdita di muco rosa , non troppo abbondante ma tale da colorare la pipì di rosso. Corro al Pronto Soccorso e dopo ecografia, esame della cervice ed emocromo, è risultato essere tutto perfettamente a posto. L'indomani vado all'appuntamento col mio ginecologo curante il quale, anche lui, fa ecografia dove risulta essere tutto nella norma, il bambino sta bene e cresce, battito ok, placenta anche. Ritorno a casa molto rincuorata ma la notte, dopo aver fatto la pipì, vedo di nuovo del sangue, questa volta più abbondante della volta precedente ma sempre come unico episodio. La mattina non avevo più nulla. In tutto ciò non ho avvertito nessun dolore particolare a parte un po' di tensione addominale che sentivo anche prima e che, dicono, sia dovuta all'utero in espansione. Adesso la mia domanda è: può un esame come il pap-test provocare tutto ciò? Oppure ho una particolare fragilità nel collo dell'utero aggravata dalla gravidanza? Inoltre come faccio ad evitare questo sanguinamento e, di conseguenza, l'ansia che ne deriva premettendo che col mio compagno ci stiamo già astenendo dall'avere rapporti sessuali? Grazie mille per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Floriano Petrone
24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Effettivamente il pap test in gravidanza può dare sanguinamento come il suo . Il motivo è dovuto al fatto che la cervice in gravidanza e più soffice ed è molto irrorata. Lo spazzolino che si usa normalmente per il prelievo del pap test finisce inevitabilmente per suscitare la rottura di alcuni capillari che poi possono sanguinare anche per qualche giorno . Tuttavia se il sanguinamento dovesse persistere oltre i tre quattro farsi rivedere.