Utente 414XXX
Salve. Ho un problema che sorge successivamente all'eiaculazione. È qualche mese che dopo l'eiaculazione sento un fastidio nella zona perineale adiacentemente all'orifizio anale; mi sono recato da un andrologo che mi ha visitato e non mi ha trovato nulla, mi ha prescritto profluss per 45 giorni, poiché non vi erano problemi alla prostata, né niente di anomalo alla zona testicolare. Durante quei 45 giorni non ho avuto dolori post eiaculazione, e né altri dolori di sorta, se non per qualche fastidio nella regione del gluteo -sia destro che sinistro-. Dopo quei 45 giorni un po' di dolore torna sempre in quelle zone, perineale, glutea, interno coscia, inguinale e un leggero prurito in quella pubica, per poi scemare con i minuti fino a sparire totalmente in alcune ore. Faccio sport, uno sport simile alla ginnastica artistica, in cui bisogna mantenere posizioni in maniera prolungata, sforzando molto i muscoli addominali. Ora sono 20 giorni che non faccio sport perché ho paura possa essere pubalgia, il dolore è diminuito ma post eiaculazione torna sempre questo leggero fastidio. Quello che chiedo è: dato che sono stato visitato e non mi è stato trovato nulla, nonostante questo ho preso un integratore come profluss, possibile che il mio dolore post eiaculazione sia associato a una pubalgia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente,
vedo una difficile correlazione tra bruciore all'eiaculazione e la pubalgia. La soluzione più semplice sarebbe una congestione/infiammazione prostatica. Tanto è che i fastidi sono spariti con il Profluss. Forse dovrebbe ricontattare il suo urologo se i sintomi persistono. Mi faccia sapere. A presto
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
I dolori durante terapia con profluss sono diminuiti ma purtroppo persistevano dolori nella zona glutea. Quindi lei dice che dovrei tornare dall'andrologo?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Se questi sintomi persistono, sono fastidiosi e mal sopportabili, consiglio di ritornare dal suo urologo e di valutare altre strade...mi faccia sapere. A presto