Utente 418XXX
07/10/2016

Metformina si o no?

Gent.mi medici
Vorrei conoscere il Vs. parere su queste mie analisi di tre gg fa:
Curva da carico di glucosio (2h)
Base plasma = 125
Dopo 120 min. = 144
Emoglobina glicata sangue
39
Creatinina siero
0,75
Acido urico siero
4,7
Colesterolo siero
167
Colesterolo HDL siero
44
Trigliceridi siero
189
Sodio siero
137
Potassio siero
4,00
(a) 25-OH Vitamina D siero
32,1
Sono una donna di 75 a. ipertesa, obesa ( 99 Kg. e alta cm.156) i miei genitori erano ambedue diabetici. La mia terapia :
1 Telmisartan 40 mg die
1 Bisoprololo mg 2,5 x 2 die
1 Lasix 25 a giorni alterni
1 Allopurinolo mg 100 a giorni alterni
30 gocce Vitamina D ogni 15 gg.
La glicemia a digiuno negli ultimi due prelievi era di 122 e 124 con emogl. Glicata 40 .
Il mio Medico ( che gode della mia max fiducia)mi dice di fare attivita’ fisica e attenzione al regime alimentare. Fra quattro mesi mi fara’ ripetere gli esami . So che devo dimagrire ma non e’ facile, anche se cerco di stare attenta all’alimentazione.
Vado due volte a settimana in piscina e svolgo tutto quanto e’ necessario fare in una casa, ma l’ago
della bilancia sembra , aihime’,“ incollato “.
Pensate che posso aspettare ancora , come dice il medico,ad assumere la metformina con questi valori? Ripeto ho la max fiducia in lui ma…. La paura e’tanta! Vorrei anche la Vs. opinione.
Ringrazio tutti per questo bell’aiuto che date disinteressatamente.
Pensionata 41

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, la sua domanda è diretta e chiara... la risposta potrebbe non esserlo. I valori ematici da lei riportati escludono che lei abbia il diabete, tuttavia sono indicativi di una condizione definita come "Intolleranza agli Idrati di Carbonio" (IGT), associata ad un'altra condizione che è chiamata "Alterata Glicemia a Digiuno" ed entrambe sono da considerarsi come "pre-diabete".
Le linee guida e le varie consensus sono concordi nel riservare la metformina in quei casi in cui la correzione dello stile di vita, intendendo Attività Fisica ed alimentazione corretta, non riescono a raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo caso dando ragione al suo Medico Curante. Tuttavia ritengo bisogni considerare i singoli casi e quindi se l'aderenza allo stile di vita corretto non è possibile per qualsiasi motivo e se lo stato d'animo può giovare dell'uso precoce della metformina, questa può essere assunta, sempre sotto controllo medico, tranquillamente e con sicuro giovamento. Il ritardare il suo impiego di qualche mese non le causerà alcun problema. Pertanto il consiglio che le voglio dare è di affidarsi con fiducia al suo Medico Curante che, per quanto percepisco, sta operando nel migliore dei modi, alla luce delle evidenze scientifiche e soprattutto nel suo interesse. Qualsiasi dubbio o perplessità dovranno essere discusse liberamente.
Mi tenga informato, se lo desidera, sull'evoluzione.
Nel frattempo, le invio i miei più Cordiali Saluti.
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo Dottor Manunta voglio ringraziarLa per la risposta esauriente e professionale che mi ha fornito, mi sento piu'
tranquilla . Cerchero' di fare il possibile per mettere in atto i suggerimenti che Lei e il mio Medico mi avete dato.
Fra quattro mesi quando ripetero' gli esami ematici La terro'
informata sull'andamento della situazione, e apprezzero' di nuovo i Suoi consigli.
Voglio sperare che il mio Medico si convinca a prescrivere la Metformina anche se i parametri non raggiungeranno ( fra quattro mesi)) quelli dichiarati per diagnosi di diabete
La ringrazio veramente tanto e ricambio CORDIALISSIMI
saluti
Pensionata 41