naso  
 
Utente 398XXX
Salve, vorrei fare una domanda per mia madre...
Mia madre ha 44 anni e fino a circa un annetto fa non ha mai sofferto di allergie o riniti allergiche.. E' da un anno che ha perennemente il naso chiuso e gocciolante e solo da un breve periodo ogni mattina dice che al suo risveglio sente le orecchie bagnate... Andando dal dottore le ha dato ( essendo già io un soggetto allergico ) del nasonex e degli antistaminici.. Con gli antistaminici ha risolto poco quanto nulla mentre con lo spruzzo nasale aveva il naso un po piu libero anche se bastava un giorno o due di assenza da spruzzo e la congestione nasale ritornava... Vorrei un consiglio su come muoverci dal momento che non siamo molto pratiche .. Ormai è da circa un anno che questo ''apparente raffreddore o rinite allergica'' non va piu via...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella
40% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile Signora, probabilmente una visita specialistica potrebbe già essere sufficiente ad inquadrare il problema da un punto di vista eziologico (allergia?, sinusopatia? rinite vasomotoria?). Lo specialista poi, in base alla necessità, alla visita ed esame obiettivo, le consiglierà sicuramente il giusto iter diagnostico e terapeutico da seguire. In attesa della visita se la Signora riesce consiglierei di evitare farmaci per un rapido inquadramento iniziale (durante l'assunzione di antistaminici per esempio non si possono effettuare prove allergiche). Distinti saluti
[#2] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente, dai sintomi riferiti sembrerebbe che sua mamma soffra di una rinopatia vasomotoria, dove prevale la rinorrea acquosa. Potrebbe anche essere una forma mista vasomotoria allergica.Per dire questo è necessario eseguire una visita allergologica e dei test cutanei e sierologici. Si trata di rinopatia croniche, e per questo motivo necessitano di cure prolungate. Il cortisonico inalatorio fa parte integrante delle cure, ma potrebbe essere necessario per cointrollare la rinorrea acquosa un anticolinergico (sempre in spray nasale), e se diagnosticata l'allergia un antistaminico. Inoltre se chiaramente identificate le cause allergizzanti potrebbe esere indicato un vaccino desensibilizzante.