Utente 433XXX
Salve, su indicazione del mio urologo di fiducia ho iniziato stamattina ad assumere dell' amoxicillina 1000mg con acido clavulanico per una prostatite cronica. Avevo già una confezione in casa ben chiusa e conservata in un contenitore per medicinali lontano da fonti di calore. In realtà poi però mi sono ricordato di averlo portato per precauzione con me durante una vacanza di una settimana alle canarie lo scorso giugno. Può lo sbalzo di temperatura (è stato anche in stiva in aereo) aver compromesso la corretta efficacia dell'antibiotico risultando addirittura dannoso?
Grazie per le eventuali risposte e per il servizio che offrite.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
da come riferisce nessun problema specifico in merito può stare tranquillo
[#2] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la risposta dottore!
[#3] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2017
In verità poi giovedì ho consultato per scrupolo un medico farmacista il quale dopo averlo informato che la scatola di antibiotici in questione era stata per alcune ore nella stiva di un aereo quindi a temperature molto basse, mi ha consigliato di gettare via gli antibiotici e prenderne di nuovi. Che ne pensa è stata un'esagerazione? Grazie ancora per la disponibilità.
[#4] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
con la confezione nuova sicuramente è più tranquillo