prk  
 
Utente 405XXX
Salve dottori. Vi scrivo per esporvi alcuni problemi circa l'esito intervento PRK.
Avevo una miopia di 9.00 (occhio sinistro) e 8.50 (occhio destro).
L'11 ottobre mi sono operato all'occhio sinistro, e l'intervento è andato a buon fine. Come d'accordo con l'oculista adesso manca soltanto 1.50.
L'altro occhio è stato operato il 6 dicembre. In questo occhio avrei dovuto recuperare di più (poiché mi mancava di meno rispetto all'occhio sinistro) ma così non è successo. Mi manca adesso 1.75.
Sin da subito e prima degli interventi mi è stato spiegato che comunque non ci si può affidare a calcoli matematici perché dipende sempre dall'occhio come reagisce all'intervento, ma il problema è un altro. Fin da subito ho notato che la qualità era molto diversa rispetto all'occhio sinistro. Tutt'ora, essendo passati due mesi circa, la qualità non cambia.
Arrivo al dunque: noto che rispetto all'occhio sinistro vedo le lettere più spesse e più chiare, non ho una vista nitida e pulita, come se fossero lievemente sfuocate, e questi fattori fanno si che non riesca a vedere bene e in maniera pulita anche con una correzione di 1.75. Infatti piccole scritte che si trovano a una certa distanza riesco a vederle con il sinistro, ma non le vedo bene con il destro, faccio fatica anche con la correzione della lente.
I miei dubbi allora si sono fondati sul fatto che non so se durante l'intervento, dopo aver abbassato lievemente la testa (il dottore mi ha fatto notare di restare fermo), sia successo qualcosa, anche se dopo l'intervento mi ha detto che è andato tutto bene, oppure non so se la qualità della vista sia bassa poiché, dopo aver operato l'occhio sinistro, nell'occhio destro portavo una lente a contatto tolta soltanto 5 giorni prima (forse dovevo toglierla un po' prima dei 5 giorni).
Le mie domande sono:
1)questi fattori hanno influenzato la qualità della mia vista? Deve passare ancora altro tempo, ed è tutto normale, mentre al sinistro c'è stata l'eccezione di una vista nitida e pulita già dal giorno successivo all'intervento?
2) vedo (in entrambi gli occhi) aloni di notte molto fastidiosi se mi trovo in un luogo buio e vedo una semplice luce, sensazione che svanisce immediatamente e accendo la luce e rendo il luogo luminoso.
Sembra che tali aloni li veda anche quando guardo improvvisamente una luce, oppure anche quando mi trovo in un luogo illuminato, e guardò un oggetto, è come se intorno vedessi un riflesso. A tale distanza dall'intervento è normale?
Passerà questo effetto?
So che non è possibile dare certezze senza una visita, ma chiedo il vostro parere affinché, mediante la vostra esperienza, possiate rispondere alle mie domande e togliermi questi dubbi.
Anticipatamente grazie per le risposte e l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Paderni
40% attività
20% attualità
16% socialità
CESANO BOSCONE (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2014
Gent.mo,

purtroppo non è possibile offrirLe un parere. Solo visitandola è possibile valutare quale può essere il problema.
Le ipotesi sarebbero tante e pertanto non avrebbe senso elencarLe tutte.

Tenga presente comunque che, nei primi mesi successivi all'intervento, gli occhi necessitano di un periodo di assestamento.

Si tenga sotto controllo.

con ogni cordialità
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Dr. Ruggiero, innanzitutto la ringrazio per la sua risposta, spero con il tempo passi.
Volevo chiederle un'ultima cosa: ma il fatto che veda aloni intorno a me di notte anche a distanza di vari mesi è normale? Rientra nel normale decorso post-operatorio? Io mio medico ha detto che è tutto normale e deve passare un po' di tempo. Logicamente è una cosa fastidiosa, spero che sia una cosa normale che con il tempo si aggiusti automaticamente.
La ringrazio molto per la sua risposta e la sua disponibilità, sperando anche di essere di aiuto ad altre persone che riscontrano questi sintomi post intervento.