Utente 570XXX
Gentili dottori,
Sono un ragazzo di 26 anni, vi racconto brevemente quello che mi è capitato, circa un mese fa, al risveglio, ho accusato un forte prurito nella zona perioculare, mi sono quindi grattato energicamente, successivamente gli occhi si sono gonfiati leggermente, il gonfiore è durato poco ma purtroppo si sono susseguiti episodi di rossore e desquamazione alterni, intanto ho notato che la stessa cosa stava succedendo nella zona intorno alla bocca e nell'incavo fra le dita, inoltre accuso nausea e a mal di testa a tratti molto forti. A quel punto ho deciso di andare dal dermatologo, il quale mi ha diagnosticato una dermatite atopica, io per avere un secondo consulto sono andata anche da un oculista, questo sospettando un'allergia, basandosi anche sul fatto che le gocce che mi ha messo per vedere il fondo dell'occhio mi hanno portato instantaneamente un forte mal di testa (a suo parere dovuto alla presenza di qualche elemento presente in quel collirio a cui io potessi appunto essere allergico), mi ha dato una dieta da seguire. Inoltre un secondo episodio sembra confermare l'ipotesi dell'oculista, praticametne mi sono messo a fare un po' di esercizio fisico attraverso dei manubri da palestra (penso ghisa + acciaio), a seguto di ciò ho avuto quasi instantaneamente una forte eruzione cutanea nelle mani, sono andato quindi da un secondo dermatologo che mi ha detto di fare il patch test serie sidopa. Vi chiedo un commento della situazione. Inoltre una domanda specifica, devo fare questo patch test serie sidopa, sto prendendo "RIbes nigrum tintura madre" e "allerlux collirio", so che il cortisone falsa il test, può falsare il test anche il Ribes e l'allerlux?
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Buongiorno,
se si tratta davvero di dermatite atopica, cioè per noi dermatologi di “eczema costituzionale”, siamo di fronte ad una condizione legata ad alcune alterazioni strutturali della cute che non recede con nessuna terapia. In particolare l’epitelio ha dei difetti congeniti (specialmente di una proteina detta filaggrina) che determinano una cute più sottile e quindi più soggetta ad irritazioni da parte di agenti esterni chimici o fisici. Le prove allergiche sono spesso negative e per molti di noi anche inutili nel management di questa dermatosi, tuttavia talora l’insorgenza di sensibilizzazioni da contatto può essere una complicanza legata alla facilità con la quale gli allergeni penetrano negli epiteli.
Alla luce di queste considerazioni le consiglio pertanto di avvicinarsi ad uno specialista esperto in questa materia e di programmare una serie di controlli periodici per monitorare l’evoluzione del quadro. Nell’ambito di questi controlli può esservi spazio anche per l’esecuzione di patch test serie SIDAPA, tenendo conto però quanto premesso: se davvero è una dermatite atopica la recidiva delle manifestazioni può essere indipendente dall’esistenza o meno di allergie specifiche.
A disposizione per chiarimenti, cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 570XXX

Iscritto dal 2008
Grazie