Compressione alla testa e nausea

Buongiorno a tutti,
Da diversi mesi soffro di episodi di mal di testa e nausea. (Un senso di pressione alla fronte, ma sopratutto alla nuca). Per dura da 1 a 2-3 giorni e non trovo giovamento con i farmaci. Ad esempio nella giornata di ieri ho assunto 3 cp da 10mg di targin mattino e sera, ed Aulin, oky, e paracetamolo senza avere nemmeno miglioramento dei sintomi. Questo mi costringe a letto, senza ne mangiare e ne bere per via della forte nausea. Il mio medico curante mi ha prescritto Plasil ma nemmeno la nausea sparisce. Visto che oltre a questo dagli stessi mesi, ho avuto forti sbalzi di umore, apatia, debolezza, disinteresse giustificati dallo specialista come disturbo bipolare episodio misto, vorrei capire se dovrei approfondire la cosa magari x cercare qlc altra patologia. Anche perche il curante mi ripete in continuazione che dovrei recarmi al pronto soccorso perche, nn può prescrivermi altri farmaci x controllare il mal di testa.
Potrebbe essere qlc altra patologia nn legata al presunto disturbo bipolare? Grazie delle vostre sicuramente utili risposte.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

deve effettuare come prima cosa una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee per avere una diagnosi corretta.
Sarà poi il collega che potrebber richiedere ulteriori esami diagnostici.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Egregio dottor Ferrarolo,
La ringrazio per la cortese risposta.
Con esattezza circa 6 mesi fa, sono stato trasportato al pronto soccorso in ambulanza perche durante il lavoro un improvvisa emicrania, nausea mi ha fatto letteralmente perdere i sensi. Al pronto soccorso sono stato sottoposto a visita otorinolaringoiatria, risultata positiva, a radiografia della cervicale, anche essa positiva, e visita neurologica, positiva anche essa. Ma prima delle dimissioni dal pronto soccorso, sul referto il neurologo scrisse che sarebbe stata utile tac cranica prima delle dimissioni. Tornato dalla consulenza cmq al pronto soccorso nn sono stati d'accordo con neurologo e mi hanno dimesso senza eseguire l'esame. Dovrei eseguire la tac in privato prima di recarmi da un neurologo per accelerare in tempi?
Cordialmente
Matteo
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

in regime di non urgenza, alla TC è preferibile la RM encefalica, esame più completo e privo di radiazioni ionizzanti.

Cordialmente
[#4]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Grazie ancora x la sua attenzione, seguirò certamente il suo consiglio.
Cordiali Saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Di nulla.

Buona giornata
[#6]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Gentile dottore,
Seguendo il suo consiglio e su proposta del neurologo da lunedi scorso sono stato ricoverato nel reparto di neurologia dell'ospedale della mia città. Dopo tutti i controlli, esami del sangue, rx cervicale, elettrocardiogramma, vs psicologa... tutte positive, siamo in attesa dei risultati del rm encefalica con studio angio-venoso. La cosa che mi ha rimasto perplesso però sta nel fatto che sia il neurologo che mi sta seguendo sia il primario del reparto hanno ribaltato la diagnosi di disturbo bipolare effettuata da un altro medico specialista a ottobre scorso. Mi hanno confermato i disturbi umorali e cosi via, ma da inquadrare da un punto di vista neurologico e non psichiatrico. Mi hanno temporaneamente dimesso in attesa delle risposte per riprendere il ricovero la settimana prossima per effettuare esami ulteriori se necessarie. Al momento mi hanno prescritto Almogran per gli attacchi di mal di testa, che cmq nn sortisce effetto. Potrebbe gentilmente esprimermi il suo punto di vista poiché a un certo punto inizio a perdermi.
La ringrazio tantissimo per la sua opinione e attendo con ansia un suo punto di vista.
Cordialmente
Matteo
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

la diagnosi di disturbo bipolare è stata fatta da uno psichiatra?
In tal senso è stata prescritta una terapia?

Buona domenica
[#8]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Gentile dottore,
La ringrazio ancora della risposta.
La diagnosi e'stata eseguita da uno specialista del CIM della mia città, in un primo periodo di 2 mesi mi prescrisse i sali di Litio, ma a causa dell'aumentare della frequenza e della durata dei mal di testa, lo specialista penso si trattasse del farmaco in questione. Dopo di che dal 25/11/2016 mi prescrisse come stabilizzatore il topamax prima da 200, poi 400 e infine un dosaggio finale di 600mg al dì fino a inizi Gennaio di quest'anno con l'aggiunta di Laroxy gocce x 10, 15, 20 mattino, pom., sera. Anche con questi farmaci i mal di testa sono aumentati di frequenza e intensità ( mi aveva confermato che il topamax e laroxy avrebbero controllato anche l'emicrania). Da questo punto prescrive il targin in caso di episodi acuti e continuare con la terapia in atto. Questo sino a gennaio, poiché non sto frequentando piu il centro x via dei forti mal di testa e dello scoraggiamento. ( I disturbi emotivi in questo periodo si sono presentati senza miglioramenti)
Grazie ancora
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

aspetti l'esito della Angio-RM encefalica, poi si potrebbero avere le idee più chiare.
Le confermo che il topamax è uno dei farmaci più utilizzati per la prevenzione dell'emicrania ed il laroxyl soprattutto della cefalea di tipo tensivo, molto spesso con ottimi risultati.
Dopo la RM e dopo il parere del neurologo si potrà stabilire meglio se necessita di un secondo parere psichiatrico.

Cordialità
[#10]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Associando tutti i sintomi assieme e nn vedendoli in maniera distinta ( emicrania,nausea da una parte - disturbi dell'umore, confusione, disattenzione ecc.. dall'altra) pressoché sono nati quasi assieme, sbaglierei a pensare al qlc lesione al lobo temporale? Purtroppo l'unica risposta che ho avuto è "Può essere tutto o niente tutto sta nel referto". Senza fare allarmismo sono una persona molto disciplinata in tale senso e nn mi sconvolgerebbe avere un opinione schietta ed esaustiva. Quanto meno allontanerei in questi giorni di attesa questo pensiero.
Ancora grazie
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

la sintomatologia attuale, anche in una visione unitaria, non autorizza a pensare solo condizioni organiche in generale o lesioni particolari per cui la risposta che Le hanno dato i medici è condivisibile.

Buon pomeriggio
[#12]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
La ringrazio sentitamente.
Buon pomeriggio anche a lei.
Grazie del vostro tempo che ci dedicate puntualmente!
[#13]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Gentile dottore, come ultima cortesia vorrei sottoporle i risultati ricevuti in uscita.

Diagnosi: Cerebrovasculopatia cronica in soggetto con disturbo dell'adattamento, emicrania senz'aura.

Risultato Rm: Minuta areola a segnale iperintenso nelle squenze a TR lungo si rivela nella sostanza sottocorticale del lobo occipitale sinistro, un altra dubbia nel centro semiovale, di significato aspecifico....lo studio angio RM del circolo arterioso, eseguito con tecnica 3dTof, nn evidenzia grossolane patologie delle strutture arteriose intracraniche di maggior calibro, ove si eccetui riduzione del segnale do flusso dell'arteria vertebrale destra. Lo studio del circolo venoso eseguito con tecnica 3d PC documenta del segnale di flusso nel tratto mediale del seno trasverso sinistro, rispetto al controlaterale.

Potrebbe spiegarmi in parole semplici cosa significa e se può portare ai miei disturbi?
Grazie ancora
[#14]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

è poco probabile che i reperti riscontrati possano essere responsabili della sintomatologia riferita, almeno da quanto recita il referto, poi la visione diretta delle immagini è tutta un'altra cosa.
Le due minute areole riscontrate potrebbero teoricamente essere state causate da eventuali attacchi emicranici particolarmente violenti qualora Lei ne abbia avuto in passato.
Da studiare direttamente la riduzione del flusso dell'arteria vertebrale destra e del seno trasverso sinistro, infatti una valutazione attendibile richiede la visione diretta ed accurata delle immagini.

Cordiali saluti
[#15]
Attivo dal 2014 al 2017
Ex utente
Gentile dottore purtroppo nn dispongo delle immagini della risonanza. Non mi rimane che affidarmi al "Non c'è assolutamente nulla, può vivere tranquillo" del neurologo alle dimissioni. Mi hanno prescritto almogran 12,5 in caso di attacco. (Che praticamente sto prendendo quasi tutti giorni) e sospeso tutte le altre terapie. Quando anche la seconda compressa di Almogran nn funzione aggiungo le gocce di Ketoralac. Vorrà dire che andro avanti cosi!
Mi rinnovo nel ringraziarla infinitamente! ( Mi ha permesso di capire molto di più di quello che ho capito in una settimana di ospedalizzazione)
Cordiali saluti
Matteo
[#16]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.3k 2.3k 20
Gentile Utente,

evidentemente alla visione diretta delle immagini non è stato riscontrato nulla di particolare e i due "problemi" venosi sono stati interpretati, per es., di natura congenita, cioè presenti dalla nascita.
Non abusi con l'almogran perché alla lunga può cronicizzare e peggiorare la cefalea (cefalea da abuso di triptani).
Sarebbe consigliabile, considerata la frequenza degli attacchi, una terapia di prevenzione, se possibile.

Cordialmente
Cefalea

Cefalea è il termine che descrive tutte le diverse forme di mal di testa: sintomi, cause, diagnosi e terapie possibili per le cefalee primarie e secondarie.

Leggi tutto