laser  
 
Utente 440XXX
Salve, ho 61 anni e ho perso alcuni denti: ho fatto visite recentemente presso tre studi medici dentistici: tutti mi hanno parlato di paradontite, però le soluzioni proposte sono diverse e cioè: il primo mi ha proposto un currettaggio, il secondo mi ha proposto di togliere cinque denti, in quanto a suo dire compromessi per mettere due protesi scheletriche sulle due arcate superiore ed inferiore, il terzo un centro laser mi ha detto che loro le protesi non le mettono e fanno solo gli impianti, che non si possono mettere delle protesti scheletriche su denti affetti da paradonto e dopo avermi fatto un test analisi enzimatiche qualitative dal quale si evince che ho la paradontite, mi dicono di poter curare tutti i denti tranne uno con la tecnica laser, della quale però non sanno quantificare il numero di sedute in via preventiva (potrebbero essere diverse con un notevole costo da sostenere); ora io di tecniche e malattie di denti non ne capisco molto, però ho percepito che sono troppo distanti i pareri espressi e gli iter proposti e vi chiedevo per quanto possibile di darmi qualche indicazione sul da farsi. Ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Preliminarmente va valutato il grado di parodontite e la compromissione degli elementi dentari presenti, cioè vanno valutate la presenza di tasche gengivali,la perdita ossea,la mobilità dentaria , poiché si possono intraprendere diverse opzioni,chirurgiche e/o conservative.
L'estrazione e ' l'ultima ratio, ma è sempre possibile la sostituzione implanto-protesica in assenza di controindicazioni di ordine locale o sistemico.
Il ponte mobile agganciato ad altri denti,agendo da leva sfavorevole,prima o poi causerà la perdita dei denti di appoggio,in maniera più rapida se affetti anch'essi da parodontite.
Il laser è solo UNO STRUMENTO Utile ma NON INDISPENSABILE.

L'uso del laser per le procedure di detartrasi e curettage non ha finora dimostrato un'efficacia maggiore rispetto alla terapia tradizionale, L'importante non è usare curette,laser o bisturi,ma fare una corretta diagnosi e progettare un piano di trattamento valido.
Personalmente in casi sfavorevoli con grave perdita ossea,preferisco l'avulsione dentaria e la sostituzione implantare.
Si consulti con un PARODONTOLOGO esperto che in genere è anche IMPLANTOLOGO
Buona Serata
[#2] dopo  
Utente 440XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mi rivolgero' ad altri medici che siano paradontologi e implantologi.