Utente 823XXX
Buongiorno,

Ho 35 anni e sono in buona salute.
Ho una bimba di due anni e la gravidanza, seppur tranquilla, è stata caratterizzata da un diabete gestazionale particolarmente ostinato che mi ha costretto ad elevate dosi di insulina 4 volte al giorno (insulina rapida prima dei pasti + lantus prima di andare a letto). La bambina è nata a termine, perfettamente sana a non macrosomica. A un anno dalla gravidanza ho effettuato una curva da carico e un dosaggio dell'emoglobina glicata ed entrambe non hanno evidenziato problemi.
Aggiungo che sin da prima della gravidanza ho avuto problemi di prolattina alta con valori non particolarmente elevati (all'ultimo controllo il valore era 47 su un range massimo di 25). Tengo il tutto sotto controllo con cicli periodici di Dostinex. Circa un anno fa ho effettuato una radiografia della sella turcica che ha dato esito negativo.
In questi giorni, in seguito a un periodo di particolare stanchezza e alla strana sensazione di bocca dolciastra, ho monitorato la glicemia e ho notato valori insolitamente elevati soprattutto a digiuno (si aggirano intorno ai 100, con picchi di 101 e 105). Dopo i pasti la situazione è nei range.
La mia prima domanda è: prolattina e glicemia possono essere collegate? Dovrei effettuare esami più approfonditi per verificare che non ci sia un microadenoma ipofisario?
E ancora, dovrei effettuare una visita diabetologica, una nuova curva da carico o un dosaggio della glicata? Il mio medico curante si rifiuta di farmi fare alcunché...
Grazie per l'aiuto!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, leggendo la sua storia così ben dettagliatamente descritta, verrebbe spontaneo suggerirle una consulenza diabetologica con i conseguenti esami (Emoglobina Glicosilata ed eventuale Curva da Carico Orale 75g). Per quanto riguarda la correlazione tra i livelli di prolattina e quelli glicemici, non vi è correlazione diretta.
Per quanto riguarda il rifiuto del Suo Medico Curante, che La conosce, sono certo che le avrà quantomeno spiegato i motivi di tale scelta. Il rapporto medico-paziente è improntato sull'empatia e soprattutto sulla fiducia, per cui o si fida, o non si fida. Altro non potrei dirLe.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 823XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta.
Ieri ho avuto i risultati dell'emoglobina glicosilata: 5.1 su un range da 4 a 6. Mi sembra un buon valore, no?
Ho sentito la diabetologa che mi ha seguito durante la gravidanza, ma secondo lei la curva da carico non è necessaria. Conto comunque di prendere ancora qualche misurazione casalinga della glicemia e poi magari andare da lei per un consulto. Che ne pensa, dottore?
Grazie e buona giornata,

Floriana