Utente 382XXX
Cari Dottori, Aiuto,Il mio Medico mi aveva indirizzata da un dentista perché aveva ipotizzato questa Sindrome (Costen).

E' iniziata con dolori vicino alle tempie e adesso prosegue con un dolore all'orecchio destro, parta bassa esterna e interna vicino al lobo.
Il dolore e' quasi sempre soltanto sulla parte destra (orecchio destro basso), qualche volte mi sembra di avere dolori da entrambi i lati. Non e' un dolore forte ma fastidioso. In genere si sente a partire dal tardo pomeriggio e/o dalla sera. Ma qualche volta puo' iniziare la mattina. Il dolore si estende alla parte inferiore del mento, sempre a destra.
Non ho preso antidolorifici in maniera costante, poiché e' un problema recente.
Ho provato una volta con una compressa di voltaren e mi sembra che il dolore sia andato via per qualche giorno, se non e' stato un caso.

Credo di avere la malocclusione e da un annetto ho un click al mattino quando mi risveglio e devo aprire la bocca (parte destra) e qualche volta durante la masticazione. Da circa 20 anni ho due ponti da ambo i lati sull'arcata superiore dei denti (ricostruzione in seguito a incidente).
Il dentista mi aveva consigliato di fare elettromiografia dei denti (o viso?) e un altro esame che non ricordo.

Poiché questa sindrome sembra (da quello che ho letto) essere caratterizzata da una varieta' di disturbi e sintomi, qual è l'iter da seguire per una diagnosi corretta? Chi e' lo specialista? Di notte ho il bruxismo ma piu' che drighignare i denti mi sembra di spostare da un lato e dall'altro la parte superiore. Dormo a pancia in giu' e non riesco assolutamente ad addormentarmi in un altra posizione. A pancia in giu' o di lato e mi sono accorta di esercitare pressione sulle guance che vengono schiacciate dal mio peso quando dormo.

Quali sono gli esami necessari per una diagnosi? RX denti? Risonanza magnetica? Altro?
Qual è lo specialista di elezione? Sembrerebbe che sia il Dentista, ma quale tipo di dentista e come faccio a trovare qualcuno che e' specializzato in questa materia? Vivo in Calabria. Di dentisti ce ne sono tanti ma chi puo' veramente aiutarmi a capire e risolvere il problema?
Ho anche mal di schiena dopo aver camminato e credo di avere un problema di postura oppure e' tutto legato alla sindrome di Costen?
Ma in questo caso che fare? Consultare un ortopedico? Forse la mia camminata e' sbilanciata a destra?

Un anno fa, quando i click sono iniziati, mi ero fatta fare un byte su misura ma non riuscivo a portarlo perché era troppo stretto e io sull'arcata superiore ho due ponti. Inoltre, colmo della sfortuna l'ho pure perso. Ho provato a comprarne uno piu' morbido in farmacia (Dr. Brux) , ma anche questo non riesco a portarlo perché troppo grosso anche se non rigido.

Insomma, sono molto preoccupata anche se forse la patologia e' ancora all'inizio. Ma come faccio a saperlo? Si puo' guarire da questa sindrome? E come?

Urge aiuto, consiglio,

Grazie mille in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
cercherò di rispondere alla sua lunghissima richiesta in maniera stringata.
Da quel che descrive ,lei è affetta da un disturbo Temporo-Mandibolare ,oggi meglio definito dal quadro sindromico del DCCM
( Disturbo Cranio Cervico Mandibolare),che si appalesa con molteplici sintomi,tra i quali rumori/dolori articolari,dolore muscoli masticatori,
blocchi articolari,alterata cinematica mandibolare,otalgia,cefalea,cervicalgia,vertigini,disordini posturali.
Le cause: anch'esse molteplici ,parafunzioni (bruxismo),malocclusioni,
protesizzazione incongrua,trattamenti ortodontici non corretti,traumi cervicali.
Il click che lei avverte è un epifenomeno di incoordinazione condilo-meniscale; come avrà sicuramente letto in giro su internet,tra il condilo mandibolare e la fossa articolare dell'osso temporale,esiste un disco o menisco,che trasla in concomitanza col condilo stesso durante i movimenti di apertura-chiusura della bocca.
Allorché si perde questo rapporto il menisco si pone anteriormente al condilo ;in apertura il condilo lo "ricattura" e si avverte il click,in chiusura poi lo "perde" e si avverte un altro click( click reciproco).
Il pericolo maggiore è quando il menisco scivola completamente in avanti bloccando il movimento condilare,per cui si verifica quello che comunemente viene definito "locking",blocco articolare con ridotta apertura buccale,dolore,deviazione mandibola dal lato leso.
CHI È LO SPECIALISTA DI RIFERIMENTO?
LO SPECIALISTA E ' LO GNATOLOGO che valutata clinicamente una serie di report ,volendo con l'ausilio o meno di esami strumentali prescriverà' un BITE che avrà la funzione di far ottenere al paziente
una OCCLUSIONE NEUROMUSCOLARE STABILE IN ASSENZA DI SINTOMI.
Successivamente potra ' prendere in considerazione o meno una finalizzazione che sarà protesica,ortodontica o mista,a seconda dei casi.
Quindi butti pure gli apparecchi che ha,soprattutto quelli acquistati in farmacia o su internet che sono DELETERI,e si affidi ad un Collega Esperto.
Buone Cose
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott. De Socio,
Grazie moltissimo per la risposta immediata e per la spiegazione del meccanismo del click, molto illuminante.
Ma il bite puo' veramente aiutare a togliere i dolori? e puo' ripristinare una situazione normale del menisco/condilo etc?
Qual è la differenza tra una finalizzazione protesica e ortodontica? Parliamo di protesi fisse?
E tali trattamenti potrebbero risolvere la sindrome?
I problemi sono iniziati circa un anno fa, prima c'era la malaocclusione ma non ho mai avuto emicranie o dolori alla testa o alle tempie, ne alle orecchie..prima di adesso
Sono una persona abbastanza ansiosa e ho fatto lavori molto stressanti fino a un mese fa.. Potrebbe questa tensione aver inciso sull'atteggiamento della mandibola o questi sintomi si presentano soltanto per problemi di tipo funzionale? Nel mio caso comunque gli aspetti anatomici e funzionali sono esistenti e ho sempre visto una leggera asimettria del mio viso e della chiusura dei denti

Grazie ancora e Buona Domenica !
[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Già il click,il dolore,i problemi posturali sono patognomonici del DCCM.
Inoltre lei bruxa e forse ha una protesizzazione incongrua e ha avuto un incidente (colpo di frusta cranio -cervicale?)......potrebbero essere una causa......lo stress una concausa.
Inoltre asimmetria del viso e chiusura denti...(malocclusione?)
Lei ha tutte le carte in regola per una diagnosi di certezza.
Si rivolga ad un collega Gnatologo,lo può anche reperire sul nostro sito MI+
se non ha riferimenti....
purtroppo online non le posso fare nomi.....
La finalizzazione protesica o ortodontica si fanno dopo aver riposizionato la mandibola per rendere L'OCCLUSIONE STABILE....
solo dopo trattamento Gnatologico con Bite.( ben fatto e scaturito da una attenta valutazione clinica)
Ma questa è una decisione che prenderà lo Specialista.
Cordialita '
[#4] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Grazie ancora Dottore, per la chiarezza.
In tutta questa situazione, quello che mi dispiace davvero e' di non aver capito un anno fa, quando i click alla mandibola sono diventati frequenti, quasi giornalieri, che si trattasse di una vera e propria malattia, che poteva dare altri problemi oltre ai click.

Purtroppo il dentista al quale mi ero rivolta per preparare il bite non mi ha fatto presente che oltre alla malaocclusione esiste tutto un quadro sintomatico che si associa a questi disordini tempero-mandibolari.

Avrei forse potuto prevenire questa degenerazione se avessi saputo prima dell'esistenza di questo disturbo cervico cranio mandibolare. Invece non sapevo a cosa andavo incontro.

E' ovvio che si tratta di una cosa abbastanza delicata che richiedera' pazienza, prima di tutto per trovare lo specialista adatto che possa capire che tipo di interventi fare per ripristinare la normalita' della mandibola malridotta.
Non soffro di mal di testa, se non di rado, ma certo esiste la paura che altri sintomi possano sopravvenire. La rinite cronica e difficolta' respiratorie le ho, ci convivo da una vita, pur avendo fatto l'intervento di riduzione dei turbinati piu' di 20 anni fa.
Effettivamente ho anche le difficolta' nella deglutizione (notturne) e adesso che ci sto facendo caso, mi rendo conto benissimo di questi movimenti traslatori anomali del condilo della mandibola, al mattino quando mi sveglio e ci metto un po' prima di poter aprire la bocca senza sentire i clicks.

La tengo aggiornata sulla mia situazione e Grazie ancora