Utente 443XXX
Buon giorno,
sono uno studente di 24 anni, e per diversi anni (ormai 4) sono stato un fumatore cronico di marijuana (2 canne al giorno di media). Ho smesso di recente , poichè due settimane fa ho letto una notizia che mi ha lasciato alquanto sconvolto, ovvero che la maggior parte dell'erba in circolazione è tagliata con varie sostanze, tra cui lana di vetro, piombo, lacca e chissà cos'altro. Ho fatto diverse ricerche in internet relativamente ai possibili danni derivanti dall'abuso di queste sostanze adulterate, e, da allora ho iniziato a mostrare dei sintomi: senso di occlusione della trachea (per lo più tosse secca, ogni tanto ho con escrezioni di catarro marrone, ma il senso di occlusione permane,come se del catarro fosse rimasto), mal di testa (localizzato o dietro la nuca o sulle meningi), presenza di corpi estranei sullo spettro visivo (tipo mosche, ma questo già da due mesi ormai). questi sintomi appaiono e scompaiono a seconda della situazione o in vari momenti della giornata. Oltretutto, altri sintomi (precedenti all'amara scoperta, ma ancora persistenti) sono stati: colorito biancastro della lingua, con piccole bolle sul pavimento della bocca e sulla parte inferiore della lingua e presenza di sangue a strisce sulla carta igienica (probabilmente causato da più piccole emorroidi). Non ho badato molto a questi ultimi, poichè, al momento in cui li ho riferiti al mio medico di base, questi non ha attribuito loro un'eccessiva rilevanza. Ora, non so se questi sintomi siano dovuti all'ansia da stress (dato che, oltretutto, mi sono trasferito da 5 mesi a Berlino per conseguire una laurea magistrale), o se invece sono dei campanelli d'allarme. Non c'è bisogno di precisare che ho smesso immediatamente di fumare. Sto diventando ipocondriaco, o faccio bene a preoccuparmi e m dovrò aspettare di sviluppare la silicosi, cancro ai polmoni o chissà cos'altro????
vi prego, siate sinceri, questa cosa mi sta mandando ormai al manicomio, non riesco più nemmeno a concentrarmi sui miei studi!!!
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
guardi in tutta sincerità credo che lei sia solo molto spaventato.
Ma ringrazi l'articolo che ha letto sulle schifezze con cui viene tagliata la Marijuana: diversamente starebbe ancora a fumare.
Spero che il suo proposito di non assumere più questa droga sia realmente definitivo e non transeunte sull'onda della paura: perchè allora si che rischierebbe veramente.
Berlino non è forse la città migliore per perseverare nella decisione di smettere, se uno l'abbia maturata sull'onda emozionale e non razionale.
Le auguro che in lei sia accaduta la seconda evenienza, e quindi sia sufficentemente corazzato contro le tentatazioni.
Ciò detto tra un paio di anni il rischio respiratorio sarà parificato a chi non fuma, se beninteso continuerà a non fumare.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la risposta tempestiva. In effetti questa cosa mi ha messo molto in agitazione, in più, quando l'ho fatto presente al mio attuale medico di base qui a Berlino non si è speso molto in pareri e si è limitato a prenotarmi una visita specialistica per la capacità polmonare (che tra l'altro è domani). Spero vada per il meglio, in ogni caso grazie ancora per il parere, era ciò di cui avevo bisogno
[#3] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
Scusi se la importuno ancora dottore, l'esame spirometrico è andato bene, però continuo a sentire come un senso di oppressione sullo sterno, mi sono controllato il cavo orofaringeo e ho notato che presenta una serie di bolle in rilievo e di colore un po' più rossastro sulla parte inferiore. temo possa essere un'irritazione del tratto respiratorio dovuto al vetro respirato. E' possibile? c'è una possibilità che possa ristabilirsi o dovrò imparare a conviverci?
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
scusi come fa ad inspirare vetro?
Mi pare che lei abbia una semplice faringite cronica da diagnosticare e curare adeguatamente rivolgendosi ad un ORL.
Ovviamente voglio sperare che lei non fumi più nè Marijuana nè sigarette.
Faccia sapere se vorrà.
Saluti cordiali,
dott. Caldarola.