Utente 417XXX
Buonasera ho 23 anni, premetto di avere ovaie multifollicolari e che non ho mai un ciclo di 28 giorni ma di circa 35/40. Nonostante ciò, con i suoi ritardi, le mestruazioni si sono sempre presentate, al massimo durante l' anno mi salta un mese. Sono però ormai tre mesi che ho piccole perdite tutti i giorni senza un vero flusso, la ginecologa mi ha consigliato di prendere la pillola dicendomi che si tratta di un problema ormonale. Io mi chiedo però se sia il caso di approfondire le possibili cause di queste perdite senza sosta, temo addirittura di non star proprio ovulando. Cosa pensate possa essere? E cosa posso fare? Vi ringrazio
[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Buonasera,
oltre alla visita ginecologica ha fatto qualche esame, ad esempio ecografia pelvica, dosaggi ormonali, pap test o altro?
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Ho fatto un' ecografia pelvica con sonda transvaginale che mi ha confermato la presenza di ovaie multifollicolari, il pap test non ho potuto eseguirlo a causa delle perdite. Per il resto nient' altro
[#3] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Valuterei intanto anche l’assetto ormonale per escludere eventuali squilibri tiroidei, iperprolattinemia o altro.

Tenga presente comunque che abbastanza spesso una delle cause delle irregolarità del ciclo mestruale è lo stress, come può leggere in questo articolo, in cui potrà trovare alcuni suggerimenti che la aiuteranno a tutelare la sua salute e la regolarità del ciclo mestruale:

http://www.medicitalia.it/blog/ginecologia-e-ostetricia/2832-stress-ciclo-mestruale-sonno-alimentazione-stile-vita.html


Un caro saluto
[#4] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
A Gennaio ho fatto gli esami per la tiroide perché ho un piccolo nodulo. Tutti gli ormoni rientrano nei valori di riferimento, farò allora anche gli esami per la prolattina. Ultima cosa, se dovessero essere buoni anche questi mi consiglia anche lei di prendere una pillola a basso dosaggio o di agire in modo diverso? La ringrazio per la sua disponibilità
[#5] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
I dosaggi ormonali vanno prescritti dal ginecologo curante in base alle caratteristiche specifiche della paziente.

Chieda quindi alla sua ginecologa se e quale tipo di dosaggi ormonali ritiene opportuni per lei.

Ad esempio potrebbe essere necessario dosare anche gli ormoni surrenalici, oppure gli androgeni, il progesterone o altro ancora in base alle sue caratteristiche specifiche che solo il medico che la conosce personalmente può valutare.

Se si escludono alterazioni ormonali specifiche, dovute ad esempio a squilibri della tiroide, aumento della prolattina, squilibri surrenalici ecc., per le quali ci sono delle specifiche cure, le opzioni terapeutiche più frequentemente utilizzate per regolarizzare il ciclo sono la pillola, il cerotto o l'anello a base di estro-progestinici oppure i progestinici.

E' importante comunque osservare delle abitudini salutari riguardo l'alimentazione, il sonno e lo stile di vita in generale (le trova illustrate nell'articolo che le ho suggerito di leggere) che aiutano SEMPRE, da sole o in abbinamento alla terapia che deciderà di prescriverle la sua ginecologa.

Ci tenga aggiornati.
Un caro saluto.
[#6] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per tutti i chiarimenti, mi è stata davvero utile.
Le auguro una buona giornata