Utente 453XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo di 21 anni e recentemente ho sperimentato una eclissi temporanea del visus con conseguente cefalea. Questa eclissi mi era già capitata diverse volte nel corso della mia vita ma mai avevo avvertito una cefalea successivamente. Così in seguito a questo evento recente ho deciso di effettuare una visita oculistica nella speranza di ricevere delle risposte in merito, in quanto il fatto mi aveva leggermente spaventato. Dopo il consulto oculistico il medico mi ha prescritto diverse visite specialistiche, tra cui una valutazione ortottica in Ciclolux. Due giorni fa ho effettuato questa visita ma sono tornato a casa con sintomi che non pensavo possibili: la midriasi ha fatto fatica a retrocedere, e ad essere sincero non sono sicuro che a distanza di due giorni sia tutto tornato a posto, e a 10 ore dalla visita ho avvertito un forte fastidio all'orecchio sinistro, una sorta di otturamento e tremore interno (tipo come quando si sbadiglia), che in seguito si è acutizzato portando a vertigini forti. Ho letto che il Ciclolux può in alcuni casi provocare un'infiammazione al nervo acustico, potrebbe essere il mio caso? E' normale che la midriasi faccia fatica a scomparire? Cosa posso fare per il disturbo all'orecchio?
Ora io sono molto preoccupato per il problema uditivo perchè le mie settimane sono molto impegnate in questo momento e non riuscirei a dare il meglio con questo tipo disturbo.
Vi ringrazio per la disponibilità
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Paderni
40% attività
20% attualità
16% socialità
CESANO BOSCONE (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2014
Gent.mo,

il ciclopentolato può raramente provocare alcuni effetti collaterali legati alla sua azione anticolinergica.
L'apparato uditivo e, più propriamente, il sistema vestibolare dell'equilibrio può esserne lievemente influenzato.
Tuttavia si tratta di disturbi che, generalmente, regrediscono spontaneamente.

Se i sintomi dovessero perdurare, Le consiglio di parlarne con il Suo medico curante.

con ogni cordialità
[#2] dopo  
Utente 453XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dottore,
innanzitutto vorrei ringraziarla per la risposta. Ho atteso alcuni giorni prima di consultare il mio medico curante per la questione nella speranza che la sintomatologia regredisse ma, dopo una perseveranza del disturbo, ne ho parlato e ho ottenuto una visita otorinolaringoiatrica. Dai test audiometrici risulta tutto nella norma e il canale uditivo non presenta anomalie. Il disturbo tuttavia persiste e l'esito degli esami quindi non mi rincuora. Cosa potrei fare di più?
Ci tengo a precisare che le vertigini stanno migliorando, ciò che però non accenna a cambiare è il disturbo all'orecchio, che percepisco come ovattato, anche se il fastidio ormai si verifica in modo saltuario ma regolare nella comparsa: di solito dopo due/tre giorni di normalità.
Vi ringrazio nuovamente per la cortese attenzione
[#3] dopo  
Dr. Ruggiero Paderni
40% attività
20% attualità
16% socialità
CESANO BOSCONE (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2014
Gent.mo,

direi che può stare tranquillo se la visita dell'otorino ha dato esito negativo.

Probabilmente, così come le vertigini, anche la sensazione di ovattamento andrà scemando.

con ogni cordialità