ansia  
 
Utente 332XXX
Buona sera

Ho già fatto una domanda circa un anno fa per questa ansia che ho.
Per farla breve l'anno scorso ho avuto dei problemi con il mio ragazzo, pensavo mi tradisse, lo controllavo in tutto e vivevo perennemente in ansia per poi capire che erano tutte delle mie paranoie, i sintomi erano, mal di pancia dissenteria, senso di confusione, vertigini, senza appetito, una sera uscendo con amici e lui, mi √® capitato di stare male e andare in bagno pi√Ļ volte... da l√¨ le mie ansie oltre alle paranoie per il ragazzo anche la paura di uscire e stare male come capitato ...
Ne sono uscita da sola dopo 5-6 mesi capendo che erano paranoie e ho cercato di non pensarci di stare male.. sono guarita ma sabato prima di uscire ancora a mangiare mentre guardavo la TV ho iniziato a piangere senza motivo, ho fatto una doccia sono uscita e ho iniziato q sentire un senso di vertigini malessere generale, senso di svenire e nausea a vedere la cena...
Io sinceramente golevo farmi accompagnare
Subito a casa ma leggendo su internet ho capito che se si scapp è peggio.. sono stata lì circa due ore stando malissimo per poi passarmi tutto in una volta.
Non riesco a capire il motivo questa volta, l'unica cosa stupida che mi viene in mente è che avevo dei pantaloni bianchi come li avevo la prima volta che mi è venuta l'ansia circa un anno fa.. può essere che inconsciamente ho collegato le cose di stare male ?
So che dovrei rivolgermi a qualche medico ma vorrei uscirne da sola... pensavo di essere guarita ma sabato sono stata veramente male.

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo
28% attività
16% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
Gentile utente,

L'ansia è un'emozione che in determinati periodi /momenti della nostra vita, diventa difficilmente gestibile, sulla base di 3 fattori: intensità, frequenza e durata. Oltretutto, dire "Ansia" è come dire nulla. Questo perché esistono,scientificamente, categorizzazioni e sottocategorizzazioni dei disturbi d'ansia che solo uno specialista psichiatra e/o psicologo può riconoscere e definire. Questo, per farle capire quanto sia importante una diagnosi clinica accurata che, all'interno del suo funzionamento cognitivo (pensieri ed emozioni), individui e definisca di " che tipo di ansia si tratta", insieme ad una disamina delle componenti della stessa (es: controllo, timore dell'abbandono, tolleranza dell'incertezza etc etc)?

√ą altres√¨ vero che un'ansia disfunzionale, alterni periodi in cui "non si fa sentire" [Ne sono uscita da sola dopo 5-6 mesi] a periodi in cui la sintomatologia ansiosa si esacerba [pensavo di essere guarita ma sabato sono stata veramente male.]

Leggendo il consulto dell'anno scorso a cui fa riferimento, è molto probabile che i sintomi fisici che avverte siano correlati all'ansia. Questa lettura le sarà di aiuto http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-corpo-va-ansia-sintomi-fisici-disturbi.html

Per quanto concerne il motivo per il quale l'ansia è ritornata prepotente, da questa postazione è impossibile fare ipotesi. La butto li ...(ma prenda con le pinze dato che siamo online), quest'ansia sgradevole e riemersa proprio a ridosso del periodo estivo, che lei ha vissuto dolorosamente lo scorso anno (ma resta solo una ipotesi ed è bene che tale rimanga)

Sul: " so che dovrei rivolgermi a qualche medico ma vorrei uscirne da sola", le potrebbe tornare utile questo articolo di un Collega http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2109-ansia-depressione-problemi-sessuali-relazionali-posso-farcela.html

ps: riprendendo il titolo del consulto. L'ANSIA NON RITORNA MAI SENZA UN MOTIVO.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille dottore per la risposta, ma non ho capito bene l'esempio che ha fatto cioè che sta capitando al ridosso del periodo estivo come mi è capitato l'anno scorso.
Può essere che inconciamente mi succede perchè penso che in questo periodo l'anno scorso sono stata male o comunque le ansie ricapitano sempre gli stessi periodo?
Io mi rendo conto che l'anno scorso avevo dei problemi da risolvere. Ora capisco che tanti problemi non ci sono pi√Ļ, mi √® rimasto fino a poco tempo fa la paura di uscire e stare male... mi sembrava fosse passato vedendo che comunque stavo bene, ora mi √® successo nuovamente senza un motivo.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo
28% attività
16% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
"non ho capito bene l'esempio che ha fatto cioè che sta capitando al ridosso del periodo estivo come mi è capitato l'anno scorso".
Vero. Mi scusi..non ho elaborato bene prima ciò che intendevo dire.
Lei, nel consulto dello scorso anno, aveva parlato di ansia che era emersa sulla base di alcuni atteggiamenti che amici del suo ragazzo tendevano ad assumere. Fatto è che resta una ipotesi ma è comune che, un'ansia disfunzionale "chiusa" in un cassetto, si reattivi in concomitanza di un ricordo/pensiero vissuto nello stesso tempo mentale: " o comunque le ansie ricapitano sempre gli stessi periodo?"
Ci siamo?

Però le ripeto, è una ipotesi online! Non stia alla ricerca di risposte sul passato, ma piuttosto sarebbe il caso che si avvalesse di un aiuto specialistico.
poco serve stare a chiedersi il "perché"...
piuttosto, occorre andare sul come risolvere una situazione.

Altrimenti la sua ansia potrà assumere forme e contenuti diversi nel tempo e intensificarsi sintomatologicamente.
Perciò si chieda:
- preferisco continuare a provare a vedermela da sola. Con tutti i rischi annessi e connessi?
- o affidarmi alle cure di uno/a Psicoterapeuta che mi offra strumenti validi di gestione dell'ansia?