Utente 468XXX
Buonasera.
Sono una donna di 34 anni. Non so se scrivo nella giusta sezione,vorrei avere un consulto sulla mia patologia.
A maggio ho avuto un dolore improvviso al braccio sinistro,localizzato sulla parte interna. E durato un ora piu o meno,dopo di che e passato per poi ritornare dopo una settimana . Da allora il dolore e costante,spalla,braccio,avambraccio,polso,mano e le due dita esterne. Alterazione di calore caldo/freddo. Il braccio ha 2 cm di circonferenza in piu rispetto al altro,la spalla e gonfia anche.Il dolore e presente indipendentemente dal movimento.La sensibilità sul arto e ridotta notevolmente
A luglio ho fatto una visita reumatologica,esami del sangue per la ricerca dell' artite reumatoide,risultati negativi.
A seguito ho fatto un ecografia della spalla ,riporto i risultati:
Il tendine del sovraspinato presenta spessore nei limiti,con lamella calcifica preinserzionale di 8 mm. Moderati aspetti flogistico-degenerativi del tendine del sottoscapolare.
Nei limiti il tendine del sottospinato per spessore e struttura.
Risonanza magnetica:
Colonna cervicale:rettilineizzazione del rachide sul piano saggitale
C4-C5:minima protrusione discale ad ampio raggio posteriore con impegno foraminale sn e impronta sul sacco durale
C5-C6: minima protrusione mediana posteriore con impronta sul sacco durale.
C6-C7: protrusione discale mediana posteriore con impronta sul sacco durale
Spalla sn: tenue alterazione segnale intratendinea preinserzionale del sovraspinato edema
Acromion bigliani tipo I/II
Aree liquide a carico della testa omerale.
La visita ortopedica che ho fatto esclude che il dolore ef il gonfiore possano essere a carico delle calcificazioni,racomanda visita neurochirurgica. Il neurochirurgo esclude patologie a carico della cervicale,raccomanda ecocollordoppler che ho fatto oggi. Sono escluse malattie arteriose o venose,invece il chirurgo vascolare mi dice che probabilmente ho la sindrome dello stretto toracica,sono in attesa della rmn prescritta,che farò martedi...
Da giugno fino adesso ho preso liryca,diclofenac innietabile associato a bentelan e muscoril.Detto questo,il dolore che ho e imobilizante a livello fisico e psichico, sono 5 mesi ed io ancora non ho una prognosi...
Mi rivolgo a voi nella speranza di poter almeno avere un ideea su cosa possa essere e cominciare a curare.
La ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà l’impossibilità di fornire a distanza una valutazione che risulti più attendibile dei numerosi e indicati accertamenti già praticati.
La RM potrebbe essere dirimente, anche se l’impressione resterebbe quella di un impegno radicolitico di origine vertebrale in considerazione della patologia discale emersa.
Un approfondimento diagnostico riferito al torace potrebbe parimenti essere indicato.
[#2] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera e innanzitutto grazie per la risposta tempestiva.
Come emerge nel mio " racconto" tutti i specialisti che ho visto escludono le patologie inerenti al loro campo operativo. Infatti andiamo a cercare qualcosa che fino adesso non abbiamo considerato,la sindrome dello stretto toracico. Chiedo come richiesta non impegnativa,lei considera che possa essere una direzione da intraprendere? Non posso piu assolutamente girare intorno al mio problema e vorrei tanto avere una risposta in modo da poter affrontarla .
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Come già detto la RM (immagino angio-RM) potrebbe risultare dirimente.