Utente 471XXX
Salve a tutti sono un ragazzo di 16 anni, piuttosto giovane per continuare ad essere turbato tutti i giorni da un ansia costante. Cercherò di essere breve. Le mie due preoccupazioni principali sono due, i probemi di cuore e le crisi epilettiche. Premetto che nella mia famiglia tutti non hanno mai avuto problemi di cuore, tranne mio nonno, il quale a 75 anni è dovuto operarsi a causa di un problema alla tiroide. Fino a 10 mesi fa, ovvero prima del mio trasferimento, praticavo nuoto a livello non agonistico 2 volte/sett. Facevo il certificato medico ogni anno e ogni volta tutto ok. Dal trasferimento invece non pratico più attività fisica e arrivo a misurarmi ogni giorno il battito cardiaco per paura di essere ammalato: a riposo sto sui 70-75 bpm. La cosa che mi preoccupa però è quando vado sotto sforzo: non possiedo un cardiofrequenzimetro, ma con cellulare e cronometro arrivo a misurami a volte 180-200 bpm! Che sia da preoccuparsi? Ho anche dolori improvvisi alla parte sinistra del peto sotto il pettorale, ma che poi scompaiono. Tempo fa ero spensierato e non pensavo mai a queste cose, al giorno d'oggi invece mi preoccupo sempre su questo fatto, arrivando ad avere la percezione continua tutti i giorni del battito cardiaco in tutto il corpo. Inolte, dopo lo sforzo, avverto una sensazione strana, difficile da spiegare: mi sembra di essere debole e con la gola chiusa, e a volte, principalmente quando mi capita di respirare con la bocca, mi capita di avere quasi delle fitte tra petto e gola. Non so veramente come comportarmi... ho fatto una visita 4 giorni fa e risultati: pressione arteriosa 110/70 ma è stata trovata un aritmia sinusale accentuata, che il mio dottore considera tipica dell'età pediatrica e dovuta al mio perenne stao di ansia. Tra poco farò un prelievo del sangue e un ecg per verificare che sia tutto apposto. Ah dimenticavo, tempo fa ho avuto un attacco di panico, il mio primo presumo, che però sono riuscito, pur raggiungendo bpm altissimi, a gestire da solo. E questo riguardo la mia ansia sui problemi di cuore. Riguardo invece alle crisi epilettiche premetto che non ne ho mai avuta una, ma da quando un mio compagno di scuola ne ha avuta una tendo sempre a regolarmi nei videogames per paura di esserne affetto e, a volte, quando vado a feste o luna park, cerco sempre di evitare luci psichedeliche o cose simili. Aiutatemi, vi prego! Scusatemi per la lunghezza del consulto ma almeno mi sono sfogato. Grazie in anticipo per la vostra risposta. Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
lei ha dei serimproblemi di ansia che meritano di essere inquadrati e trattati da uno psichiatra.
lasci perdere le qpplicazioni per telefonino per misurare la sua frequenza, della quale lei è ossessionato., perche non sono affidabili.

arrivederci
[#2] dopo  
Utente 471XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille dottore, con la sua risposta mi ha molto tranquillizzato. Lei però di dice che sono seri problemi, dovrei preoccuparmi? Più che altro perché vorrei uscire da questo stato di ansia continua e tornare a vivere come prima
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
senta il parere di umno spicoterapeuta o di uno spettacolo e li segua.

arrivederci