Utente 167XXX
Salve sono Luca e ho 34 anni. Da più di 5 anni soffro di lichen genitale. Da qualche mese sono stato trasferito a Torino e non ho eseguito più visite di controllo.
Da qualche mese ho notato delle venature e una macchia entrambe di colore marrone sul glande dove precedentemente vi era la macchia bianca tipica del lichen. Leggendo l'articolo sul vostro sito si parla dei tre colori del lichen.
Volevo sapere se effettivamente potevano essere ricondotte al lichen oppure ad altro.
Essendo la visita diretta la soluzione ideale, potreste indicarmi uno specialista della patologia lichen in zona Torino?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Probabilmente si riferisce al mio articolo

http://www.medicitalia.it/blog/dermatologia-e-venereologia/2765-macchie-bianche-rosse-marroni-3-colori-lichen.html

In effetti questo articolo va a chiarire che in caso di macchie di nuova insorgenza associate a condizioni di particolare secchezza, taglienti prepuziali, ispessimenti o aree più sottili delle mucose genitali, è bene sempr eeslcudere un lichen scleroatrofico

Come ha già immaginato solo il dermatologo venereologo può far diagnosi con certezza e con ogni mezzo.

Non possiamo consigliare centri o singoli specialisti da qui e di norma non lo farei mai in queste patologie, poichè il sottoscritto è responsabile solamente di se stesso.

Non avrà difficoltà a farsi orientare nella sua città comunque

Saluti
Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dott. Laino della risposta.
Il mio precedente dottore aveva individuato un lichen scleroatrofico trattato con repasine pomata e pillole. I risultati non sono stati soddisfacenti. Sostituiti con vea lipogel non ci sono stati miglioramenti e sono arrivato ad una condizione di parziale fimosi.
Leggendo vari articoli leggevo dell' uso di cortisonici per il trattamento del lichen e che se non curato porterebbe ad un eventuale carcinoma. Il mio medico non mi ha mai prescritto cortisonici.
Cosa ne pensa lei a riguardo?
Inoltre volevo chiederle se Lei riceve solo a Roma.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

Il Lichen sclerosus è una malattia seria.

Ovviamente esistono diversi tipi e diverse forme di lichen sclerosus scleroatrofico, che rendono impossibile tracciare una linea terapeutica univoca per tutti.

Ciò detto è necessario affermare che esistono delle Linee Guida internazionali sul Lichen, le quali non possono essere disattese e in cui i farmaci (steroidei e immunomodulatori topici) sono le scelte cardine.

Inoltre a questi farmaci (accompagnati o no da altri presidi topici e sistemici) possono essere associabili nuove terapia rigenerative di tipo microinfiltrativo che - anche alla luce della nostra pluriennale esperienza - possono dare risultati importantissimi.
Questo è uno dei miei primi lavori scientifici sull'esperienza in questo campo rigenerativo in corso di Lichen sclerosus

http://www.medicitalia.it/news/dermatologia-e-venereologia/2316-lichen-sclerosus-nuova-terapia-pubblicata-european-journal.html

Alla sua ultima risposta, sebbene non mi piaccia parlare di me in queste sedi, le rispondo dicendo che il sottoscritto non può per ora seguire altri centri in giro per l'Italia essendo fin troppo impegnato con quello di Roma (che già riceve pz da tutta Italia).

Saluti
Dr Laino
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno dott.
Ho eseguito una nuova visita dermatologica.
Il dott. In questione mi ha somministrato clobesol da utilizzare per 1 mese tutte le sere e poi via via ad utilizzarlo meno fino ad escluderlo. Inoltre ogni mattina devo utilizzare un gel lenitivo per sempre.
Dopo un mese di cura il lichen è migliorato molto in elasticità della pelle.
Sono rimasti i colori dello stesso.
Per quando riguarda la macchiolina marrone al glande si presenta come puntini marroni e nela stessa sono presenti dei puntini neri. (Visti al dermotoscopio).
Ora il dottore mi ha prescritto una epiluminiscenza della macchiolina (chiamata lentigo) e alla mia domanda se potesse centrare qualcosa con il lichen mi ha escluso la possibilità in modo certo. Secondo lei potrebbe esserci un collegamento tra questa lentigo e il lichen, diciamo come iperpgmentazione della pelle? La macchiolina è sorta ad agosto dello scorso anno e il lichen mi è stato diagnosticato già 5-6 anni fa.

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ovviamente non posso ipotizzare che una lentigo del pene sia associabile un Lichen scleroatrofico non avendo contezza della situazione ne conoscendo il caso clinico. È necessario pertanto affidarsi al suo specialista di fiducia.
Cordialità
Dott.Laino