gocce  
 
Utente 491XXX
Chiedo per favore il vostro consiglio e aiuto riguardo a ciò che mi è capitato stamattina: il mio bambino di 5 anni doveva essere operato alle tonsille, martedì ha avuto la febbre a 39.5 e gli sono uscite delle macchioline in viso, il pediatra ha diagnosticato tonsillite, mercoledì la febbre è sparita e queste macchiette sono rimaste, rosee, solo sul volto, sembravano punture di insetto. Stamattina l'otorino lo visita e decide di procedere. Il bimbo stava benissimo! Poi gli hanno dato delle goccine pre anestesia, valium, e ha iniziato a piangere come un matto chiedendo dell'acqua, dopo 10 minuti lo hanno portato in sala operatoria, passa un minuto e l'anestesista mi chiama per farmi vedere il mio cucciolo: era rosso paonazzo! Le macchioline sono diventate rosso fuoco e si sono sparse ovunque nel corpo!!! Dicono scarlattina e ci riportano in camera. Operazione rinviata, ma dopo circa un'ora è scomparso tutto ed è tornato bello roseo con le solite macchioline solo sul volto. Io mi chiedo... Non è che ha avuto una reazione allergica a quelle goccine? Loro dicono impossibile ma ho questo dubbio... Cosa faccio? Grazie infinite per l'aiuto!
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
12% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno. Così come ci racconta l'evento propenderei infatti per una reazione allergica farmacologica indipendentemente dalla presenza o meno delle piccole macchie orticarioidi già presenti sul viso. Lo dimostra la repentinità della risoluzione (che non sappiamo se spontanea o mediata da farmaci: cortisone?, antistaminico?).
Questa potrebbe essere stata determinata sia dalle gocce di ansiolitico somministrato per la pre anestesia (ricordiamoci che le reazioni anafilattiche non sono solo per una molecola farmacologica ma possono essere anche per gli eccipienti contenuti nei farmaci). Siamo inoltre sicuri che in sala non sia stato somministrato un antibiotico in flebo come profilassi?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 491XXX

Iscritto dal 2018
Grazie infinite per la risposta! Del l'antibiotico ne sono sicura perché non avevano ancora attaccato la flebo, non so se hanno somministrato cortisone, l'anestesista insisteva nel dire che era impossibile una reazione allergica e quando il pediatra ha diagnosticato scarlattina ci hanno rimandato in camera. Dopo circa un'ora è arrivato l'otorino con le dimissioni e gli ho fatto notare come tutto stava sparendo, era concorde ma ci ha mandato a casa con 10 giorni di augmentin e intervento rinviato al 18 maggio senza accertamenti. Sinceramente non sono tranquilla ma non so cosa fare... Ho telefonato e scritto email ma non risponde nessuno! Mi consiglia come procedere per favore? Lo porto in visita da un'anestesista o da un allergologo? Richiedo la cartella clinica? Grazie infinite per la sua gentilezza!
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
12% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, non c'è affatto motivo di preoccuparsi. Si presenti al prossimo appuntamento. Al ricovero chieda di parlare con un'anestesista o con l'ORL ricordando l'evento. Il paziente è già noto e ci sarà tutta l'assistenza necessaria perchè tutto vada a buon fine. NON vi è alcuna necessità di un consulto privato di qualunque specialista. Devo per correttezza concordare con la diagnosi fatta in quanto tra l'altro non sono stato testimone dell'evento a differenza dei colleghi. Comunque nel frattempo somministri la terapia prescritta.
Saluti