Utente 152XXX
Vi chiedo aiuto. Il mio medico di base, mi ha indicato dopo la mia richesta, un andrologo.
Dopo una visita, horror, il medico mi ha fornito questa sua spegazione al mio problema: il suo problema non si puo' ormai risolvere, il suo sviluppo si e' bloccato, e vista la sua eta' avanzata, "24 anni", non ci sono cure.
Cosa devo fare? E vero che non ci sono cure per il mio caso?
Aiutatemi a sperare in una Normalita' . Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
Sarei curioso di sapere quale è il suo problema
saluti alberto3691@lice.it
[#2] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2006
Il mio problema, purtroppo, e il seguente, la mia "struttura" riproduttiva, ad una forma, grandezza , non adulta. Difficile da spiegare. Ma non so, per qualche problema avuto da giovane, il mio sviluppo si e bloccato, non andando piu' avanti. Gia' da piccolo, neonato, avevo un ritardo, rispetto ai miei coetani, ma il pediatra, allora lo riteneva causa dell'obbesita' che mi affligeva. Ora peso 80 kg e 1.78 di altezza. L'andrologo da cui sono andato, mi ha detto che ormai non si puo' fare nulla, per recuperare tale stato. Su internet invece ho letto che con delle cure di ormoni, si puo' guarire da tale stato. E' vero? o cio' che il mio dottore mi ha detto, mi condanna ad una vita sessuale non attiva?Grazie!
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei ha urgente necessità di una visita specialistica endocrinologica. Dopo la raccolta anamnestica e la visita clinica (che di horror non dovrebbe avere nulla), di certo Le verranno prescritti gli idonei accertamenti clinico-laboratoristici e strumentali per completare e raggiungere la diagnosi.
Da Salerno può senza dubbio recarsi presso gli ambulatori che fanno rierimento al Policlinco Universitario di Napoli.
Non pensi nemmeno per un istante ad eventuali forme di trattamento medico o chirurgico senza aver raggiunto la definizione diagnostica dello stato maturativo del Suo apparato genitale.
Lasci perdere quello che trova scritto su Internet. Il Suo è un problema serio e molto ma molto reale.
Ci tenga informati.
Affettuosi auguri per un pronto recupero e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
come già le ha consigliato il collega Martino, è fondamentale una corretta impostazione diagnostica che ci permetta di capire il suo problema . In presenza di un alterato sviluppo dei genitali esterni oggi si hanno diverse possibilità di trattamento.
Mai abbattersi , l'ottimismo è la prima tappa per risolvere qualsiasi problema .
Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
e' corretto prima di tutto porre una diagnosi endocrinologica valutando l'assetto ormonale e poi decidere la terapia