Utente 103XXX
Salve, la scorsa estate ho lavorato in un parco acquatico e dopo il primo mese e mezzo di lavoro ho cominciato a notare secchezza della pelle delle dita, poi tagli e gonfiore, fino a non poterle quasi più muovere. Visitando uno specialista mi diagnosticò dermatite ed eczema forse causata da sostanze presenti nell'acqua delle piscine. Con una terapia cortisonica il problema scomparì. Dopo qualche mese riapparve sebbene in quantità minore, e dalle prove allergologiche risultai intollerante ai conservanti, coloranti, frutta secca e ad altro di cui ero già a conoscenza. Cerco di evitare questi alimenti nel miglior modo possibile ma il problema persiste. Uso saponi delicati e non uso profumi o deodoranti, sto pensando anche ad un'intolleranza al cloro. Gli sfoghi si presentano solo sulle dita delle mani e un po' sul viso e le labbra. Grazie. Distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

la descrizione del suo caso è compatibile con molteplici situazioni non per forza allergiche: sappia ad ogni modo che nelle prove allergometriche specifiche per il suo caso non rientrano gli alimenti ma altre sostanze chimiche potenzialmente evocanti o solo esacerbanti il quadro iniziale.

Provveda anzitutto con la nuova visita dermatologica che avrà lo scopo di fare una diangosi corretta: senza quella è impossibile reperire la terapia adeguata.

cari saluti