Utente 818XXX
Salve,
sono una ragazza di 21 anni. Da dicembre ho riscontrato un problema all' ultimo molare. Avevo un dolore fortissimo così facendomi controllare e dopo una lastra ho scoperto d' avere una ciste abbracciata al nervo che ha creato una vasta infezione. Il dentista mi ha aperto il dente e cercati di scavare nei 3 canali(il dente è stato devitalizzato circa 1 anno e mezzo fa), in 2 canali è riuscito a scendere bene, mentre il terzo no. Sono stata visitata all' ospedale poichè il dentista mi ha spiegato che la ciste è troppo grande per riassorbirsi anche se riuscisse ad aprire tutti i canali, ma il medico guardando solo la lastra ha detto che nn mi levava nulla perchè ero troppo giovane;Ha detto di farlo ridevitalizzare. Così il mio dente è aperto da dicembre...ci metto il cotone x mangiare. ma già dopo poco tempo che è chiuso mi viene subito un forte dolore e provo sollievo solo levando il cotone. Il mio dentista dice che proviamo a fare come hanno detto all'ospedale anche se non è d accordo. Vorrei sentire anche il vostro parere anche se so che è difficile senza aver visto la lastra.
Vi ringrazio in anticipo
Sonia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
da quanto Lei riporta è probabile che si tratti di una cisti radicolare.
Qualora sia di grandi dimensioni, spesso non ha tendenza a guarigione con il solo trattamento conservativo.
Non è poi prudente mantenere un dente aperto per lungo tempo, dato che si rischia una maggiore complicazione flogistica.
Un parere sul caso specifico non può essere dato in assenza di un esame clinico e di documentazione radiologica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alfredo Balestreri
24% attività
8% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Il trattamento più opportuno in caso di cisti radicolare, se non è possibile una devitalizzazione del dente implicato, consiste nell'estrazione del'elemento dentario che ha causato la formazione della cisti. Tuttavia concordo con il collega che è necessaria una valutazione delle radiografie per fornire un corretto piano diagnostico-terapeutico