Utente 139XXX
Gentili dott. Salve, ho 22 anni peso 75.5kg sono alto 180 e la circonferenza del mio polso e' di 17cm circa.

Brevemente: lo scorso anno ho fatto una dieta che mi ha fatto perdere 33kg in 3 mesi emmezzo, risutata inefficace dato che ho perso solo massa magra sbagliando allenamento, ultimamente sono sotto cura da una nutrizionista con una dieta che spero mi porti a 70kg entro pochi mesi.. il problema adesso è che ho gia un aspetto piuttosto asciutto e sto iniziando ad apparire deperito, ma la maledetta pancia persiste. Ultimamente ho aumentato il mio workout giornaliero a un ora emmezza di corsetta leggera a 70%della mia fcmax col cardiofrequenzimetro ma sta funzionando solo per quanto riguarda la bilancia.. perchè vede lo specchio continua a dirmi che sono ciccione. cosa devo fare?? Ho provato a fare addominali ma ho la netta sensazione che mi stia solo gonfiando l'addome e nulla più. Sono stanco, veramente. Chiedo aiuto a lei perfavore un rimedio serio la prego.


Grazie,
Distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Le rispondo per l'impressione che ho avuto in relazione alla mia area di specialità.
Le riferisce un intento di perdere peso ma su parametri che non richiedono questo come intervento medico urgente, mentre invece lei ha urgenza rispetto all'idea in sé (essere grasso e perdere peso). Questo tipo di atteggiamento è in genere sintomatico di un problema nel rapporto con il proprio peso/aspetto fisico che va oltre le possibilità terapeutiche di una terapia nutrizionale classica.
Inoltre, le diete rapide non permettono di stabilire l'effettiva sostenibilità della dieta, e tipicamente non sono stabili come effetto. I dimagrimenti rapidi inoltre inducono nella persona un legame con l'idea della dieta "pronto uso" e peggiorano il rapporto con il cibo attraverso un peggioramento proprio dell'appetito.
Chieda un consulto al medico di base sul fatto che sia indicato un centro per i disturbi della condotta alimentare, dove accanto ad un nutrizionista e altre figure trova anche uno psichiatra che sa valutare la presenza di diagnosi di questo tipo.
[#2] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le rispondo per l'impressione che ho avuto in relazione alla mia area di specialità.
Le riferisce un intento di perdere peso ma su parametri che non richiedono questo come intervento medico urgente, mentre invece lei ha urgenza rispetto all'idea in sé (essere grasso e perdere peso). Questo tipo di atteggiamento è in genere sintomatico di un problema nel rapporto con il proprio peso/aspetto fisico che va oltre le possibilità terapeutiche di una terapia nutrizionale classica.
Inoltre, le diete rapide non permettono di stabilire l'effettiva sostenibilità della dieta, e tipicamente non sono stabili come effetto. I dimagrimenti rapidi inoltre inducono nella persona un legame con l'idea della dieta "pronto uso" e peggiorano il rapporto con il cibo attraverso un peggioramento proprio dell'appetito.
Chieda un consulto al medico di base sul fatto che sia indicato un centro per i disturbi della condotta alimentare, dove accanto ad un nutrizionista e altre figure trova anche uno psichiatra che sa valutare la presenza di diagnosi di questo tipo.
[#3] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2006
Grazie della risposta ma siamo totalmente fuori strada ho un normalissimo appetito anzi spesso mangio pure robe che non dovrei mangiare per evitare di diventarci matto ma sono sgarri che mi concedo al max 3 volte la settimana nemmeno. qua si parla invece di una pancia realmente pronunciata in un fisico asciutto da pilota di F1 e non so come eliminarla, putroppo in palestra non ci posso andare per va dell'ipertricosi.

grazie distinit saluti
[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Confermo l'impressione che ho avuto. Lei ha una preoccupazione per la sua forma fisica e si concentra su metodi sconsigliabili per perdere peso, di solito sintomo di una preoccupazione di perderlo che non corrisponde a necessità mediche.
Avere un fisico come lo si desidera può essere un tipo di problema psichiatrico se crea questo livello e questo tipo di disagio.
Prima di affermare che si è "fuori strada" cerchi di capire che la soluzione che lei invoca può non essere la soluzione, ma un sintomo del problema. Lei ha un peso oscillante (non capisco cosa significhi fisico da formula 1, non si tratta di complimenti o critiche al suo fisico): un anno fa era 33 Kg di più persi in tre mesi.
Presumo che abbia fatto una visita medica generale, quando una persona "chiede" una dieta al di là degli aspetti medici e metabolici sarebbe consigliabile anche inquadrare il perché della richiesta.
[#5] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2006
mi sono stati fatti perdere così tanti kg per ragioni a me ancora ignote tanto che al controllo mi avevano detto che era tutto ok, pero' ho quasi solo perso massa magra.. ora chiedo semplicemente se esiste qualche medico che sa consigliarmi qualche esercizio da fare a casa per perdere la pancia, non ritengo importanti gli addominali ma una pancia snella si. ho visto che lo stretching è valido mi ha assottigliato i fianchi tanto che la 33 mi sta larga..

grazie, cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le sono stati fatti perdere così tanti chili per ragioni a Lei ignote ?
Che significa questo ? Aveva chiesto lei una dieta o no ?
Mi sembra una descrizione un po'confusa, lei stava dimagrendo e ha proseguito la dieta. Niente di strano che abbia perso anche massa magra.
Ma perché ha fatto questa dieta ? A quale scopo ?
E soprattutto perché chiede non di aggiustare la forma fisica, ma di dimagrire (da 75 a 70 ?). Se sviluppa muscolatura il peso può benissimo aumentare.
A lei interessa il peso in sé o la forma fisica ?