Utente 970XXX
Gentilissimo Dottore ho 49 anni e ho da chiederLe un suo grande parere in quanto altri medici ignorano un dubbio che ancora oggi mi porto dentro..
Nel 2004 ho avuto una vasculite retinica con trombosi venosa,occlusione vena centrale ecc e visto che mi sono sottoposto a numerosi controlli medici e analisi non ho esitato a farmi fare un Prick Test in quanto, mi insidia un fastidioso prurito perenne sulla testa,ciglia,fronte, petto e dietro al collo , pelle secca (squamosa) e congiuntivite ormai perenne con occhi arrossati e assenza di lacrimazione (occhi secchi).A questo si associa associato un forte affano,il quale lo attribuivo al troppo cortisone assunto.
Dal test effettuato è uscito fuori questo risulatato

Istamina positivo+++-
Dermatophagoide Farinae negativo
Dermatophagoide Pteronissinus negativo
Pelo di cane negativo
Pelo di gatto negativo
Piume di anatra e pollo negativo
Graminacee mix1negativo
Graminacee mix2 negativo
Paritaria officinalis +/- - - -
Olea europea negativo
Alberi- betulla nocciolo ontano negativo
Artemisia absintium negativo
Cipresso positivo ++--

Sinceramente mi sono documentato su l’istamina la quale nella sua funzionalità rispecchia su delle sintomatologie avute precedentemente all’inizio della mia malattia.
Per non intercorrere nuovamente in una situazione analoga al 2004
Secondo Lei , visto che non prendo antistaminico , sono un soggetto allergico? Devo prendere delle precauzioni sull’alimentazione , visto che molti cibi sono ricchi di istamina?


Grazie per il Vostro supporto e Gentilezza

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
Credo ci sia stata una incomprensione.
La positività all'istamina che gli Allergologi riportano nel loro referto non si riferisce ad una allergia del paziente a tale sostanza ma, semplicemente, al fatto che la cute del paziente ha reagito a tale sostanza.
L'istamina, infatti, viene inserita tra le sostanze utilizzate nel prick-test per valutare la reattività cutanea e, ad essa, reagiscono tutti i pazienti in maniera aspecifica a meno che non abbiamo assunto dei farmaci (come, ad esempio, gli antistaminici e, talvolta, alcuni antidepressivi) o abbiano una scarsa reattività intrinseca della pelle. In tal caso i test vengono ritenuti non validi e si ricorre ad altri esami (vedi anche http://verna.blog.tiscali.it//Diagnostica_delle_allergie_respiratorie_1929020.shtml ).
Dal referto che lei ha trascritto nel post, si evince che lei ha una reattività cutanea normale (indagata dall’istamina) e delle positività allergiche per polline di cipresso e parietaria. Non ha alcuna allergia all’istamina.
Il fatto che alcuni suoi sintomi allergici assomigliano a quelli causati dall’istamina dipende dal fatto che questa sostanza viene liberata da alcune cellule del nostro sistema immunitario dopo l’esposizione agli allergeni (nel suo caso il cipresso e la parietaria).
Non c'è necessità, infine, di prendere alcuna precauzione dietetica.
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 970XXX

Iscritto dal 2009
Dr. Nicola Verna, la riangrazio di cuore e complimenti per il servizio e la v.s generosità.

Grazie........