Utente 716XXX
Salve dottori,
per una sospetta neuropatia periferica con interessamento delle piccole fibre, mi è stato consigliato di effettuare una biopsia cutanea per analisi piccole fibre nervose;
vorrei sapere:
--come viene effettuata questa biopsia? Quanto è invasiva?
--se la neuropatia è sospettata a livello sistemico, in che parte del corpoviene fatta la biopsia come standard?
--nella biopsia sono comprese l'analisi delle fibre sudomotorie e vasomotorie?




Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Amuri
24% attività
0% attualità
12% socialità
GALLIPOLI (LE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
in primis bisogna inquadrare meglio il discorso della neuropatia periferica, comunque la biopsia cutanea rappresenta ad oggi un ottimo metodo di indagine soprattutto per determinate polineuropatie periferiche. Trattasi di una semplice operazione chirurgica in anestesia locale di solito e si pratica con la cosidetta metodica “punch” con un un ago di 3 millimetri circa di diametro che consente l’asportazione di una ridottissima porzione di cute. Le ricordo che comunque i medici che l'avranno in cura valuteranno o meno la sede del prelievo per ottimizare al meglio l'indagine istologica mediante biopsia eventuale del nervo surale (sensitiva o motoria) per confermare la diagnosi o per ricercare la possibile causa e quindi per il relativo trattamento (in caso di amiloidosi è possibile effettuare biopsia di tessuto adiposo).
Mi tenga comunque informato.
Cordialmente