Utente 109XXX
l'oggetto del mio quesito spiega tutto!
ormai è + di un anno che siamo sposati, ed io e mia moglie non riusciamo ad avere un figlio!
premetto che mia moglie non ha un'ovulazione regolare (qualche volta l'ovulazione non avviene proprio)ed è seguita da qualche mese da un ginecologo, che monitorizza la sua ovulazione e segue "l'ingrandimento e lo scoppio" del follicolo.... permettendoci di avere dei rapporti mirati!
ma ancora niente!
io ho ritirato oggi l'esame dello sperma e questi sono i risultati:
volume 2,5 ml - aspetto opalescente - t.omogeinizzazione 30 min - colore bianco grigiastro - viscosità normale - ph 8.0 - conc nemaspermica 55.4 mil/mL - tot sp.zoi eiaculati 138.50 milioni - motilità a 120' (a+b) 30% - a)mot.prog.lin.rapida 15% - b)mot.prog.lin.lenta 15% - c)mot in situ 10% - d)mot assente 60% - test di vitalità 68% - fruttosio 568 mg/dL - zinco 111 ug/dL - cellulo rotonde 0.55 mil/mL - leucociti <0.1 mil/mL - forme normali 39% - anomalie della testa 30% - anomalie tratto intermedio 12% - anomalie della coda 9% - anomalie miste 9% - sp.zoi con residuo citopl. 1% - elementi spermatogenetici 1% - stress osmotico (Swelling) 80% -
Conclusioni : ipocinesia, assenza di elementi suggestivi di flogosi, fondo leggermente "polverulento" (per presenza di batteri?), negativo per Trichomonas e Miceti.

visto questo quadro, il problema potrebbe essere anche il mio , oltre a quello di mia moglie, e soprattutto cosa dovrei fare e/o quali altri esami sottoprmi???

grazie in anticipo per la cortesia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 10954,

il suo liquido seminale mostra una alterata motilitàdegli spermatozoi che, associata alla irregolarità ovulatoria di sua moglie , può giustificare la difficoltà a conseguire una gravidanza.
E' importante capire se la motilità degli spermatozoi venga confermata da un altro esame del liquido seminale che sarebbe opportuno effettuare a distanza di almeno 20-30 giorni dal precedente.
Utile sottoporsi a valutazione da parte di uno specialista che possa valutare eventuali patologie associate e consigliarle eventuali terapie.
Ci tenga informati, cari saluti
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2006
inanzitutto grazie per la risposta!
mi ero dimenticato di dire che nell'ultimo anno ho fatto altri 2 esami dello sperma (gennaio e maggio) ed in entrambi risulta + o - la stessa percentuale di motilità ancge se nei precedenti esami anche il numero degli spermatozoi era inferiore all'ultimo esame (circa 70.000.000).Volevo anche chiedere se anche la percentuale di spermatozoi con forma normale fosse troppo bassa!
e dimenticavo la cosa + importante ...tra gli esami fatti ho fatto anche un ecodoppler al funicolo spermatico e mi è stata diagnosticato un varicocele di II grado sinistro.Ora il fatto è questo... conosco casi in cui dopo un'operazione di varicocele, il paziente ha avuto gravi conseguenze tipo assenza di spermatozoi ed altro; poichè il mio sperma comunque non è così "tragico!!" ho paura che operandomi possa peggiorare le cose e poi davvero essere nell'impossibilità di avere un figlio!!
come penso avete capito, sono disperato, aspetto con ansia altre risposte ...e grazie ancora per la cortese attenzione!!
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
intanto il Suo liquido seminale è del tutto accettabile. Non drammatizzerei assolutamente sulla relativa astenozoospermia. Esistono ampi spazi terapeutici farmacologici di miglioramento, anche se risulta determinante la corretta valutazione della patologia varicosa del plesso pampiniforme cui Lei accenna.
Il Suo specialista di fiducia deve decidere una eventuale indicazione all'intervento di correzione, soprattutto sul quando intervenire. Delle varie metodiche chirurgiche e non con cui intervenire si discuterà al momento opportuno.
Lei è ovviamente fertile: il fatto che da 15 mesi la Vostra coppia abbia rapporti liberi e frequeni (suppongo almeno tre a settimana) e non vi siano stati risultati positivi, lascia intravvedere appunto problemi anche dal versante fertlità della Sua compagna.
Una corretta valutazione completa Andrologica è fondamentale, così come un altrettanta completa valutazione Ginecologica della Sua compagna.
Ci tenga informati.
Affettuosi auguri per la realizzazione del Vostro desiderio e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2006
INANZITUTTO grazie per la sua cortesia le sue parole mi sono state di conforto!
volevo aggiungere (e si, non mi si rimproveri per il fatto che mi ricordo una cosa alla volta...) che c'è un piccolo problema anche dal punto di vista dei rapporti.
mi spiego meglio lavora ormai da anni fuori dalla mia città e quindi con mia moglie ci vediamo solo ogni 15 20 giorni.... quindi all'inizio cercavo di far coincidere le mie discese a casa (abito in calabria) con il periodo che pensavamo fosse quello fertile.
purtroppo mia mogli non ha un ciclo regolare (come ho spiegato prima ha delle disfunzioni ormonali) e solo da qualche mese è in cura da un ginecologo che le monitorizza la crescita e lo scoppio del follicolo, permettendoci di avere dei rapporti mirati...anche se ancora non ci siamo riusciti.
come potete capire lo stress a tanto da parte di entrambi, soprattutto il mio che devo programmare ogni volta i miei non brevi viaggi (500 km all'andata e altrettanto al ritorno)
ho sentito che anche il fattore psicologico, di stress, puo' influire molto!!!
cmq, aspetteremo sperando di avere buone notizie!
PER IL DOTTOR MARTINO
mi parlava di cure farmacologiche...potrebbe darmi un consiglio?!?!?

grazie ancora a tutti x la cortesia e soprattutto l'umanità con al quale si trattano certi argomenti delicati!!!
PREGATE X ME!!!!!!!
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
CONCORDO IN PIENO CON IL PROF MARTINO
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
dalla Sua risposta ne consegue che: 1) non è escluso che ci sia qualche problema anche Ginecologico; 2) che la Vostra coppia non ha certamente rapporti frequenti; 3) la componenente di stress legata alla vostra vita relazionale è veramente notevole. Tutti questi fattori spiegano le difficoltà a raggiungere l'obbiettivo di concepimento che Vi siete prefissati. Tali fattori, come Le ho già detto, vanno indagati e possibilmente risolti.
Non mi chieda terapie farmacologiche via e-mail o telefono. Ne parli invece con il Collega Specialista che dovrebbe seguirLa clinicamente.
Affettuosi saluti ed auguri per il raggiungimento del Suo desiderio.
Prof. Giovanni MARTINO