Utente 114XXX
buonasera volevo esporre la mia vicenda: sono stata operata di starr in aprile e sto malissimo tuttora quindi sto indagando sulle possibili cause. mi stanno anche sorgendo dubbi in merito all'anestesia. mi hanno fatto la spinale e da subito ho avuto una strana reazione in quanto la gamba destra non era del tutto addormentata come lo era la sinistra e infatti potevo un po' muoverla. inoltre, fatto ancora piu'eclatante, ho cominciato da subito e durante tutta la durata dell'intervento a tremare in modo incontrollato e gli anestesisti si preoccupavano che avessi freddo o paura ma di certo non avevo ne' l'uno ne'l'altra. oltretutto mi e' partito il ciclo in quel frangente e sentivo uno strano bruciore in basso a dx. dopo l'intervento e nei gg successivi la reazione avversa si e' fatta ancora piu' palese perche' non ho potuto mangiare per una forte nausea e vomito e per una cefalea tremenda che mi stritolava le meningi, come se davvero mi strizzassero la testa e dovevo stare solo distesa perche' in piedi era insopportabile. non ho mai sofferto di mal di testa io. l'equipe si e' decisa ad intervenire con dose massiccia di liquidi tramite flebo tardivamente, solo 2 gg dopo mi pare, dato che non miglioravo. vorrei sapere cosa ne pensano i medici di questa sezione e se l'anestesia mi puo' aver creato un danno ai nervi dato che tuttora ho dolori al bacino, alle gambe, fitte anali e vaginali, grossi prob di defecazione e mi e' stato diagnosticato un puborettale paradosso che prima dell'intervento non risultava dalla manometria. sono in attesa di ripetere l'esame per confermare la diagnosi effettuata dopo visita proctoscopica. vorrei inoltre sapere se l'elettromiografia o un' eco endoanale 3d o una risonanza magnetica pelvica possano rilevare danni neurologici o quali indagini posso fare per capire cosa mi succede e se la sintomatologia attuale puo' essere associata ad esiti di una spinale fatta male oppure alla starr. voglio dire, l'anestesia spinale puo' andare a toccare maldestramente dei nervi e quali sono le conseguenze? avrei avuto proprio una paralisi se fosse stata fatta male oppure anche i sintomi che ho potrebbero essere ascritti ad un errore nel praticare l'anestesia? grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, ho letto oltre questa richiesta,tutta la sua storia clinica precedente e i contatti finora avuti col Collega Favara.
Mi sono fatto questa opinione.
Lei ha fatto una anestesia spinale per l'intervento e ciò che ha descritto rientra negli effetti "normali" riscontrabili spesso in sala operatoria sul paziente. Mi riferisco soprattutto al fatto che muovesse una gamba e l'altra no. Questo NON è segno che l'anestesia possa averle proovocato danno ma solo il fatto che non era trascorso tempo sufficiente e/o che il dosaggio di anestestico, per lei, utilizzato fosse sufficiente.
Un dato che emerge dal suo racconto è che comunque per il fatto che l'intervento sia stato fatto a mio avviso l'anestesia c'era.
La sensazione di freddo e brividi patita è data dal fatto che questo tipo di anestesia provoca una importante vasodilatazione periferica, infatti spesso i pazienti si ipotendono. La vasodilatazione provoca aumento della dispersione di calore. Se a questo aggiunge anche l'infusione di liquidi in vena forse abbastanza rapidi a temperatura ambiente (quindi più freddi) ecco che sicuramente il raffreddamento corporeo eccessivo ha determinato il brivido incoercibile sofferto. Questo fenomeno lo si vede spesso soprattutto nelle spinali per i cesarei.
Poi descrive quella che è conosciuta come cefalea da spinale: un evento raro ma possibile, ad andamento benigno ma estremamente fastidioso, di durata variabile che è nei possibili effetti collaterali della spinale, anche se fortunatamente rari. NON è comunque segno di lesione e/o danno da spinale. La sua caratteristica che la rende facilmente riconoscibile è data dal fatto che è sintomatica in base alla postura del paziente: si avverte da seduti o in piedi(ortostatismo) scompare in clinostatismo (sdraiati). La cura: liquidi in vena e analgesici per qualche giorno (quello che ha fatto). Poi passa e non ritorna.
Ora, l'idea che mi sono fatto è che purtroppo non è all'aspetto anestesiologico che deve badare.
I danni da spinale le avrebbero dato dei problemi molto più gravi e fortunatamente sono rari e riferibili fondamentalmente alla rara eventualità che si formi un ematoma spinale. Evenienza che escluderei. Non è peraltro possibile "toccare" e ledere un nervo nell'esecuzione di una spinale e comunque non comporta danno.
Non si ravvisano elementi che possano far risalire all'atto anestesiologico i fastidi che avverte bensì all'intervento pregresso per il quale il collega Favara, più esperto di me in materia, le ha già detto che devono passare alcuni mesi. Ha subìto un intervento in quella zona, e l'integrità anatomica di prima ovviamente non c'è più. Magari un controllo con una RMN può esserle di qualche aiuto a capire e a farci capire.
Spero di esserle stato utile, capisco il disagio che sta passando, se ha necessità ci contatti ancora, al bisogno potrei, visto che non ho perso i contatti con la mia vecchia città adottiva e tramite colleghi che lavorano a Bologna, consigliarle in privato, qualche altro consulente. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Grazie di cuore Dottore!! mi ha risposto con una dovizia di particolari encomiabile e ha disperso per lo meno qualche nube perche' i dubbi che mi assalgono sono molti e non so come districare la matassa e a chi affidarmi. a tale proposito le sarei infinitamente grata se privatamente mi potesse indicare uno specialista esperto di bologna che possa prendere in mano la situazione, perche' vorrei fare tutte le indagini del caso per non trascurare + alcun aspetto. non so se la mia mail di iscrizione al sito sia visibile ai medici, diversamente potrei scrivere alla sua mail in privato in modo da metterci in contatto. un sentito grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Mi scriva a quella che trova sulla mia scheda personale, la sua non ci appare. Cerco di risponderle al più presto. Li mi dica anche dove è stata operata e chi l'ha seguita.
saluti.