tic  
Utente 345XXX
Buongiorno dottori,

Sono un ragazzo di 30 anni e da diversi anni soffro di diversi disturbi d'ansia.
Per fare degli esempi ho sofferto di colon irritabile un paio d'anni fa(durato qualche mese) con conseguente ansia esagerata e insonnia. Da allora ho sempre un senso di ansia che mi accompagna costantemente in tutto quello che faccio. In ultimo mi e' comparso un tic nervoso con il collo (continuo a muoverlo vs sinistra). Premetto che ho gia' fatto la visita da un neurologo, il quale mi ha riscontrato una distonia cervicale. Il medico di famiglia conoscendomi dice che si tratta di una distonia su base nervosa.

Secondo voi, con i limiti ovviamente, di un consulto online, con una terapia psicologica adeguata si potrebbe eliminare questo disturbo o almeno ridurlo di molto?
Anche perche' quando sono rilassato o quando dormo quasi mi passa. E poi ci penso 24 ore su 24.

Grazie e buona giornata.

Stefano

[#1] dopo  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

28% attività
20% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2016
Gentile Stefano,
i tic nervosi possono avere una eziologia fisico-organica e/o psicologica.
Bene ha fatto ad eseguire una visita neurologica e avvalersi del consulto del suo medico di base.

In questo modo, lei ha escluso fattori organici alla base del suo problema. Nel suo caso specifico, dato che ci descrive esclusivamente un movimento del collo, si tratterebbe verosimilmente di un tic motorio semplice (solo movimento testa-collo)
I tic motori complessi invece, riguardano movimenti stereotipati e continui di più elementi corporei.

Il tic nervoso, quindi, in questo caso, è legato molto probabilmente ad una componente ansiosa. Lei stesso scrive di aver sofferto (colon irritabile) e di soffrire di ansia che non riesce a gestire.
Prova ne è che: "quando sono rilassato o quando dormo quasi mi passa". Se fosse di natura organica, si presenterebbe tanto quando è rilassato, tanto durante il riposo.

Un problema correlato al suo tic, sta nel fatto che: "E poi ci penso 24 ore su 24". In questo caso, verosimilmente, lei rimugina ossessivamente sul problema e questo è una delle componenti che le mantiene il disturbo da tic.

Certamente una psicoterapia mirata, potrà giovarle nella gestione dell'ansia e, di conseguenza, nella risoluzione della sua sintomatologia.

Le allego delle letture che potranno tornarle utili http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/205-caro-psicologo-sento-ansioso-disturbi-ansia-terapia.html http://www.stateofmind.it/2015/04/funzioni-psicoterapia-cognitiva/

cordiali saluti
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale. Psicocardiologia.

[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottore,

Grazie mille per la risposta e' stato molto gentile.

Volevo chiederle solo un'altra cosa: anche la dermatite seborroica puo' dipendere dall'ansia?

Grazie!

Buon lavoro.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

28% attività
20% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2016
Prego
Siamo qui per questo!

Buona giornata a lei
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale. Psicocardiologia.

[#4] dopo  
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo

28% attività
20% attualità
16% socialità
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2016
"la dermatite seborroica puo' dipendere dall'ansia?" Anche in questo caso le cause possono essere di origine organica o psicologica oppure organica E psicologica.

Un'ansia costante nel tempo - infatti- tende ad abbassare il funzionamento del sistema immunitario con conseguente (nel suo caso) proliferazione del fungo malassezia della dermatite seborroica.

Anche in questo caso, una visita dermatologica potrà chiarirle il dubbio.

Poi però... psicoterapia!
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale. Psicocardiologia.