Adenocarcinoma [Chirurgia generale]

Definizione: Tumore maligno che origina dall'epitelio ghiandolare (Dr. Francesco Nardacchione)

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "Adenocarcinoma"

  • I polipi (adenomi) del duodeno. Trattamento endoscopico.
    Chirurgia dell'apparato digerente - Gli adenomi del duodeno, come quelli del colon, possono trasformarsi in adenocarcinoma e tale rischio é proporzionale alle loro dimensioni. Per tale motivo, una volta diagnosticati, é indicata la loro rimozione. L’endoscopia costituisce una valida opzione terapeutica.
     
  • Un approfondimento sui tumori ileali
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Un approfondimento sui tumori ileali, patologia di rara osservazione ma da conoscere
     
  • Come interpretare le biopsie prostatiche: PIN e ASAP
    Urologia - In questi ultimi anni abbiamo visto trasformarsi metodiche clinico-patologiche, tecniche di prelievo e interpretazione diagnostica. L’urologo deve conoscere le nuove definizioni spesso motivo di confusione per il paziente e il medico curante
     
  • La prevenzione del carcinoma della cervice uterina
    Ginecologia e ostetricia - La prevenzione del carcinoma della cervice uterina si esegue attraverso l'impiego del pap test e della colposcopia, cui recentemente è stato affiancato il test HPV
     
  • Cancro superficiale dell'esofago: con l'endoscopia si può guarire
    Chirurgia dell'apparato digerente - Recenti linee guida e lavori scientifici internazionali “consacrano” il valore terapeutico dell’endoscopia nel trattamento definitivo del cancro superficiale dell’esofago. Si conferma, infatti, che la terapia endoscopica del tumore esofageo negli stadi iniziali (non a rischio di metastasi linfonodali), ha gli stessi risultati di sopravvivenza dell’intervento chirurgico di esofagectomia, trattamento però che è complicato da importanti eventi avversi e da non trascurabile mortalità
     
  • Tumore del pancreas: cause, sintomi, diagnosi e terapia del “big killer”
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Il cancro del pancreas è definito il “grande killer” o la “malattia silente”, queste definizioni identificano una malattia assai insidiosa oltre che letale. La malattia è difficile da diagnosticare, e la diagnosi è spesso fatta in ritardo nel corso della malattia. In Europa, il cancro del pancreas si colloca al 10 °fra i tumori più frequente, pari a circa il 2,6% dei casi di cancro in entrambi i sessi, rappresenta l'ottava causa di morte per cancro con circa 65.000 decessi ogni anno. L'incidenza aumenta rapidamente con l'età da 1,5 casi/anno ogni 100.000 abitanti (in pazienti di età compresa fra i 15 ed i 44 anni di età) per arrivare a 55 casi/anno ogni 100.000 abitanti (in pazienti di che hanno superato i 65 anni di età). L’elevato tasso di mortalità è legato alla elevata incidenza di malattia metastatica nel momento in cui viene formulata la diagnosi. Negli ultimi anni non è stato osservato alcun aumento dei tassi di sopravvivenza
     
  • La gastrite atrofica: una precancerosi di frequente riscontro
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La Gastrite Atrofica (distinta nei due tipi A, su base autoimmunitaria, e B, su base infettiva HP-correlata) è un processo di infiammazione della mucosa gastrica di tipo cronico, che si sviluppa gradualmente e può durare per un periodo di tempo molto lungo
     
  • Esofago di Barrett: prevenzione, diagnosi e terapia della complicanza tumorale
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - In questo ultimo decennio l’endoscopia ha dato una svolta determinante nel campo della diagnosi e della terapia dell’esofago di Barrett. In particolare, le attuali tecniche endoscopiche di resezione/ablazione hanno ormai sostituito l’intervento chirurgico di esofagectomia (gravato da mortalità e complicanze importanti) quando si è in presenza di lesioni che possono essere asportate totalmente e il cui rischio di metastasi è nullo o trascurabile (displasia grave, adenocarcinoma T1a)
     
  • Gli Inibitori della Pompa Protonica (PPI): corretto utilizzo e raccomandazioni
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - I farmaci inibitori della pompa protonica (PPI) sono principi attivi molto importanti che hanno modificato la storia delle patologie acido-correlate. Il gruppo dei PPI ha sostituito nell’uso comune il gruppo precedente di antisecretivi, ovvero gli antistaminici (o anti H2) tra i quali ricordiamo la Ranitidina, divenendo largamente più diffusi di questi ultimi per la loro maggiore efficacia. Nel breve termine i PPI sono altamente efficaci ma, sebbene esistano indicazioni per una assunzione a lungo termine (ad esempio nnella terapia dell’esofago di Barrett), va detto che il loro diffusissimo utilizzo cronico spesso non è indicato. Sovente vengono prescritti PPI senza una chiara indicazione; occorre quindi precisare che, sebbene si tratti di molecole considerate “sicure”, recenti studi osservazionali hanno associato il loro utilizzo cronico a diversi rischi (polmonite, infezione da Clostridium difficile, fratture osteoporotiche, etc.) Pertanto sarebbe auspicabile una appropriatezza prescrittiva, poichè l’uso inappropriato di questi farmaci può incidere negativamente sulla salute dei pazienti.
     
  • Endometriosi Intestinale o Colon Irritabile?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L’endometriosi intestinale è una patologia spesso misconosciuta, nonostante interessi 150 milioni di donne nel mondo, di cui 14 milioni in Europa e 3 milioni in Italia. Molte donne pervengono con discreto ritardo alla diagnosi (secondo alcuni studi, dopo un tempo medio di 9 anni), dopo aver subito precedenti diagnosi di Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS).
     

News relative a "Adenocarcinoma"

  • “Tumori della Ghiandola Lacrimale" a cura di Angela Lanza e Maria Antonietta Blasi
    Oculistica - ricevo e pubblico in anteprima un interessante articolo sui  "Tumori della ghiandola lacrimale" della dott.ssa Angela Lanza e della prof.sssa Maria Antonietta Blasi U.O.C. Oncologia Oculare Istituto di Oftalmologia Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma   I tumori della ghiandola lacrimale rappresentano tra il 5% e il 25% dei tumori orbitari e sono relativamente rari [continua...]
     
  • Celiachia e gluten sensitivity: stato dell'arte nel 2015
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Tanto si è detto e scritto in questi ultimi anni a riguardo, e le ragioni ci sono: l'incidenza di queste condizioni patologiche è stata infatti caratterizzata da un rapido aumento dei casi diagnosticati con conseguente maggior attenzione da parte degli specialisti nel porre le diagnosi. Ricordo che durante i miei studi universitari, non tanto remoti, la prima veniva liquidata in poc [continua...]
     
  • Amianto e tumori delle vie urinarie
    Urologia - Molti studi hanno richiamato l'attenzione sulla possibile associazione tra lavoro ed esposizione all’ amianto e insorgenza dei tumori dell'apparato urinario. Ormai è certo che l’esposizione professionale ad alcune sostanze può indurre lo sviluppo di neoplasie. L’amianto è tra le sostanze più incriminate per quanto riguarda questo settore, tr [continua...]
     
  • Perdere peso riduce il rischio di sviluppare tumori
    Urologia - Come già pubblicato in numerosi studi osservazionali il grasso corporeo non è solo associato ad un più alto rischio di ipertensione, diabete di tipo 2 e malattia coronarica, ma anche allo sviluppo di alcuni tipi di cancro. Studi epidemiologici hanno raccolto prove convincenti che una maggiore concentrazione di grasso (”Indice di Massa Corporea”  -BMI-   [continua...]
     
  • Bambini obesi: più reflusso e cancro esofageo da adulti
    Colonproctologia - L'obesità infantile è in drammatico aumento anche nel nostro paese. Il cancro dell'esofago è al tredicesimo posto per incidenza negli adulti e colpisce soprattutto gli uomini. Una ricerca proveniente dalla Danimarca ed appena pubblicata sul British Journal of Cancer ha evidenziato una relazione importante tra obesità in età infantile e rischio di sviluppare u [continua...]
     
  • Efficacia del vaccino anti-HPV
    Ginecologia e ostetricia - Circa trenta anni or sono il professor Harald zur Hausen scopriva il virus HPV (Human Papillomavirus) come responsabile del cervicocarcinoma. Dieci anni dopo furono riprodotte in laboratorio le VLPs (Virus Like Particles) dell’HPV-16; dovranno passare altri dieci anni perché siano pubblicati i risultati di studi che dimostrano la capacità immunogenica e quindi l’efficacia [continua...]
     
  • Reflusso: smettere di fumare fa bene, ma non a tutti
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La malattia da reflusso ed i sintomi correlati sono comuni nelle popolazioni occidentali, determinano un peggioramento significativo della qualità della vita e aumentano il rischio di adenocarcinoma esofageo.   Il fumo di tabacco peggiora i sintomi della malattia da reflusso con due meccanismi: - riduce la pressione dello sfintere eosfageo inferiore favorendo il reflusso acido in es [continua...]
     
  • L’ipertrofia prostatica può cambiare le caratteristiche del liquido seminale?
    Andrologia -  E’ forse un concetto  scontato il fatto che la patologia prostatica si ripercuote sulle caratteristiche del liquido seminale, poiché quest’ultimo è composto in buona percentuale proprio dal liquido prostatico. Ma quali sono gli elementi che vengono modificati? Dalla revisione sistematica della letteratura scientifica si evince che le variazioni qualita [continua...]
     
  • La gastroscopia nel reflusso gastroesofageo: chi rischia di più... vi si sottopone di meno!
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Negli USA il sintomo pirosi (“bruciore di stomaco”), legato alla Malattia da Reflusso GastroEsofageo ( MRGE o GERD, GastroEsophageal Reflux Disease) colpisce fino al 20% della popolazione, con oltre 4,59 milioni di visite ambulatoriali e 96.000 ospedalizzazioni/anno, con un costo/anno stimato di 9,3 miliardi dollari.Nell'anno 2009, negli USA, sono state effettuate 6,9 milioni di Esofag [continua...]
     
  • Confermata l'importanza della ereditarietà nell'incidenza del cancro della prostata
    Urologia - Che il fattore ereditario avesse importanza nell'incidenza del cancro della prostata era già noto, ma che avesse la più alta incidentalità tra tutte le neoplasie maligne (circa il 58%) lo dimostrano  i dati del Nordick Twin Registry of cancer  (Nortwincan). I dati, ricavati dai registri delle neoplasie di Danimarca,Svezia,Norvegia e Finlandia, inducono a&n [continua...]
     

Consulti recenti su "Adenocarcinoma"



  Il termine Adenocarcinoma è stato visto 9674 volte.
 

Specialisti in Chirurgia generale:


Trova il tuo Chirurgo generale »

advertising
 

News dai blog degli specialisti:

ultima modifica:  11/10/2015 - 0,53         2000-2017 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy