Essere “sempre meglio” a letto, anzi “perfetti”, è l’obiettivo di molti.

Altri invece pretendono che sia la propria partner ad esserlo, manifestando costantemente vivo desiderio, provando ogni volta eccitazione e orgasmo intensi.

"E’ normale, no?"

NO.

Al contrario, il perfezionismo può portare nel tempo a seri disturbi sessuali.

Di questo si occupa lo studio Multidimensional Sexual Perfectionism and Female Sexual function: A Longitudinal Investigation, pubblicato in Archives of Sexual Behaviorqualche giorno fa.

E' il primo studio ad approfondire come i diversi tipi di perfezionismo sessuale influenzano la vita delle donne.

 

Cos’è il perfezionismo

Il perfezionismo consiste

  • nello sforzarsi di raggiungere l’impeccabilità, la perfezione,
  • nell’impostare standard eccessivamente alti per la prestazione,

accompagnati dalla tendenza

  • a fare valutazioni eccessivamente critiche e
  • ad essere preoccupati per le valutazioni negative.

Il perfezionismo attiene a tutti gli aspetti della vita.

Nella sessualità come agisce?

Occorre distinguere se riguarda se stessi, oppure se viene applicato al/la partner.

 

La nuova ricerca:

La sessualità femminile sottoposta al "perfezionismo del partner" come funziona?

 

La ricerca di cui parliamo si è occupata della sessualità femminile.

Il campione era composto di 366 donne, tra 17 e 69 anni.

Seguendole nel tempo, i ricercatori hanno trovato diversi risultati interessanti, riguardo all’importanza del cosiddetto "perfezionismo sessuale stabilito dal partner”.

Eccoli.

Quando il partner si pone con atteggiamento o richiesta perfezionista nei confronti della sessualità della propria compagna, ciò causa in lei:

  • ansia sessuale,
  • sensi di colpa,
  • dolore nel corso del rapporto.

Ed inoltre contribuisce al formarsi, nella donna, di:

  • un’immagine di sé negativa,
  • una visione negativa di sé sessualmente più o meno importante,

fino al manifestarsi di vere e proprie

  • disfunzioni sessuali che possono colpire tutte le fasi della risposta sessuale: desiderio, eccitazione, lubrificazione e orgasmo.

Complessivamente il perfezionismo sessuale imposto dal partner causerebbe rilevanti flessioni nella funzionalità sessuale femminile.

E quando, invece, è la donna ad avere un atteggiamento perfezionista verso il proprio sé sessuale?

Ciò può essere sia un segno positivo correlato con il benessere sessuale; sia, altre volte, un indicatore di disadattamento sessuale, suggerisce la ricerca.

 

Considerazioni

Lo studio conferma quanto l’esperienza clinica quotidianamente ci dice.

Quando il "perfezionismo sessuale" è imposto dal partner, anziché accrescere la qualità dello scambio sessuale, nella donna frequentemente può causare una diminuzione nella stima di sé ed un aumento dell’ansia nell’ambito sessuale, confermando come il fattore psicologico e relazionale e le aspettative elevate dell’altro possono contribuire, in modo importante, ai problemi di mal/funzionamento femminile e alla percezione che la donna ha di sé sessualmente.

Per la verità, anche se è la donna ad avere richieste di perfezionismo sessuale verso il proprio compagno, il ben-essere e il buon funzionamento del partner possono vacillare...

 

“Multidimensional Sexual Perfectionism and Female Sexual function: A Longitudinal Investigation” - Abstract - 28 March 2016

http://link.springer.com/article/10.1007/s10508-016-0721-7/fulltext.html - Article - 28 March 2016