Quest'ulteriore e nuova conferma dell’importanza di mantenere dei corretti stili di vita per evitare futuri problemi oncologici ci arriva da una vasta ricerca, ora pubblicata da ricercatori di alcuni Dipartimenti di Medicina della prestigiosa Harvard Medical School di Boston che hanno studiato una popolazione molto particolare, costituita da volontari tutti professionisti impegnati in varie attività sanitarie, il numero di persone coinvolte è significativo ed è di 135.910 persone, 46.339 uomini e 89.571 donne, di questi 11.731 maschi e 16.531 donne dichiaravano un sano e corretto stile di vita.

 

 

Questo studio osservazionale di coorte, prospettico ha analizzato la relazione tra stili di vita, incidenza di cancro e relative mortalità; confronti e calcoli complessi che hanno portato a confermare che il 40% dei tumori in generale potrebbe essere evitato seguendo uno stile di vita sano.

Si arriva a sostenere che più dell’80% dei tumori polmonari potrebbe essere evitato se non si fumasse e questo vale anche nel 60% dei casi di alcuni tumori, non rari, come quelli della vescica e del colon.

Anche il tumore della prostata nel 21% dei casi potrebbe essere evitato se si fosse nel gruppo delle persone che seguono sani stili di vita.

 

     

                                  Cellule tumorali in divisione

 

Altre informazioni utili, che ci giungono da questo lavoro scientifico, anche se non nuove, sono gli atteggiamenti e gli stili di vita “sani” che dovremmo sempre seguire:

a) non fumare,

b) evitare di bere bevande alcoliche in modo pesante (un “drink” al giorno per le signore, due per i signori),

c) non essere in sovrappeso ed infine

d) svolgere una regolare attività fisica.

 

Fonte:

https://oncology.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=2522371

Altre informazioni:

http://www.medicitalia.it/news/urologia/4033-corretti-stili-vita-allungano.html

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/2011-fecondazione-assistita-successo-importanti-dieta-stile-vita.html