Il sondaggio dei dotti delle ghiandole del Meibomio per curare la Meibomite e l'occhio secco

Dr. Carlo OrioneData pubblicazione: 31 luglio 2012Ultimo aggiornamento: 09 agosto 2012

Anatomia dell'occhioLa Meibomite sembra essere la principale causa di Sindrome da occhio secco (Dry Eye). Le Cause dell'Occhio Secco si dividono principalmente in Carenza della Parte Acquosa e da Eccessiva Evaporazione.

La principale causa dell'evaporazione è dovuta ad una carenza del secreto oleoso delle ghiandole di Meibomio.

La MGD (Disfunzione delle Ghiandole di Meibomio) si è rivelata come concausa nel Dry Eye nel 75% dei pazienti affetti da questo disturbo.

 

La Classificazione della MGD si divide in:

- NORMALE: Ghiandole aperte e secreto chiaro

- NON OBIETTIVABILE: Assenza di infiammazione o segni tipici

- CLASSICA ED OBIETTIVABILE: Ipersecrezione (seborroica), Infiammazione (ostruzione e restringimento), Infezione (ghiandole e/o palpebre), Infiammazione diffusa delle palpebre (Blefarite), Materiale condensato e blocco della secrezione ghiandolare

La terapia tradizionale, la maggior parte delle volte, non è sufficiente a debellare questa patologia perchè la parte oleosa della lacrima non è normale a causa della presenza di una infiammazione delle ghiandole deputate alla produzione della parte oleosa.

I dotti delle ghiandole di Meibomio sono tortuosi ed i detriti cellulari presenti sul bordo palpebrale, tipici della blefarite, vi penetrano e non riescono a fuoriuscirne procurando, così, la cronicizzazione dell'infiammazione.

Uno studio di Maskin Steven L., pubblicato su “Cornea Journal” nel 2010, ha dimostrato come un sondaggio con pulizia dei detriti presenti nelle Ghiandole del Meibomio, offra un rapido sollievo dei sintomi che dura nel tempo.

Occhio arrossato

Per questi motivi eseguo questo protocollo diagnostico e terapeutico che mi consente di ottenere ottimi risultati:

1) Verifico con la luce della lampada a fessura e con la Pinza di Orione (una apposita pinza che ho disegnato e fatto realizzare da una Ditta Italiana) la eventuale presenza di MGD e la classifico.

Pinzetta

2) Se la MGD è confermata eseguo un sondaggio con una apposita ago-cannula di tutte le ghiandole di Meibomio per pulirle accuratamente e rimuovere tutti i detriti presenti all'interno aiutandomi con la mia Pinza per visualizzare i Dotti.

3) Prescrivo, poi, una corretta pulizia giornaliera del bordo palpebrale con apposite garze (precedentemente riscaldate in acqua calda prima di aprirne la confezione) per rimuovere accuratamente l'esfoliazione procurata dalla blefarite che può intasare nuovamente le ghiandole.

4) In base alla classificazione, infine, decido la corretta terapia da prescrivere con eventuali farmaci in collirio e/o per via generale.

Schema blefarite

Autore

carlo.orione
Dr. Carlo Orione Oculista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1987 presso Universita di Genova.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Asti tesserino n° 1038.

7 commenti

#6
Utente 472XXX
Utente 472XXX

Buonasera, sono circa 2 anni che soffro di blefarite,cheratite e i è stata riscontrata una meibomite al 67%in entrambi gli occhi. Ho fatto tutti gli accertamenti possibili da tutti gli specialisti dove risulto santissima interiormente e pure test del film lacrimale,dove è stato riscontrato di nuovo questa meibomite.
È possibile che io abbia demente i dotti delle ghiandole ostruiti? E se sono ostruiti come si fa per capirlo,cioè esiste un macchinario per valutare ciò?

#7
Dr. Carlo Orione
Dr. Carlo Orione

Gent.ma,

la visita per valutare il tipo di Dry Eye o il tipo di blefarite comprende tutti gli esami dedicati tra cui il nuovissimo BUT MAP per valutare in ogni punto della superficie lacrimale il tempo di evaporazione della lacrima o la GLAND MAP per valutare il numero delle Ghiandole del Meibomio presenti nelle palpebre, il Test di Shirmer ed il Test dell’OSMOLARITA’ per valutare la concentrazione salina della lacrima, il questionario OSDI per valutare la gravitá dei sintomi.

Il trattamento con la nuovissima Luce Pulsata IPLRF DRY EYE DUAL SYSTEM che consta di 4 sedute una volta al mese circa risolve nell'80% dei casi il problema.

La Luce Pulsata regolarizza la secrezione delle ghiandole del Meibomio, agendo sull'ATP cellulare, e le scalda favorendone la disostruzione tramite lo squeezing (spremitura) successivo, stimola il sistema parasimpatico (ipotesi) a produrre piú lacrime e, soprattutto, elimina le teleangectasie del bordo palpebrale, principale causa della Disfunzione delle Ghiandole del Meibomio (MGD), anche quando non sono visibili ad occhio nudo.
Questi vasellini anomali producono citochine che richiamano cellule infiammatorie che alimentano il circolo vizioso infiammatorio che porta alla cheratinizzazione delle ghiandole del Meibomio rendendole piú aggredibili dai batteri e favorendo l'insorgenza della Blefarite o della Meibomite.
Questa condizione patologica riduce la parte oleosa della lacrima esitando in una precoce evaporazione della stessa con conseguente occhio secco (Dry Eye).

Questi vasi anomali, inoltre, si trovano molto spesso anche nel derma del terzo medio del volto ed é per questo motivo che si consiglia di effettuare molti spots (in media 25 per ogni trattamento, da trago a trago per 2 volte) in modo da chiudere anche quelli non visibili.

Rolando Toyos, dal 2001 al 2007, ha sperimentato diversi protocolli e parametri di utilizzo della IPL per il Dry Eye dovuto a MGD ed ha ottenuto il piú elevato tasso di successo eseguendo, per ogni paziente, 4 trattamenti da trago a trago per 2 volte consecutive (25 spot compreso il naso) seguiti dallo squeezing (spremitura) delle ghiandole con cotton fiocc, con filtro a 590nm. (per raggiungere la zona vascolare), con potenze variabili da 8 a 25 J/cm2 a seconda della gravitá della MGD, con lunghezza dell'impulso pari a 5ms., a distanza di un mese uno dall'altro per evitare di irritare la cute con sedute troppo ravvicinate.

In caso di Rosacea viene migliorata anche questa patologia.

La Luce Pulsata ha dato guarigione completa nel 60% dei pazienti trattati, notevole miglioramento nel 25% e non ha avuto effetto solo nel 15% dei pazienti trattati. Dopo le 4 sedute é possibile, se occorre, ripetere una o piú sedute a distanza di mesi, ma la maggior parte dei pazienti non ne hanno piú avuto bisogno.

Nel 2017 ho personalmente collaborato allo sviluppo di una nuova macchina a luce pulsata per la cura dell’occhio secco che é stata presentata nel mese maggio 2018, la DRY EYE DUAL SYSTEM, distribuita da EB Medical, che presenta caratteristiche del tutto innovative.

Questa IPL ha la possibilità di erogare sino a 50 joule/cm2 potendo incrementare la velocitá dell'impulso da 1 a 15 ms. Questo é possibile grazie ai ben tre diversi sistemi di raffreddamento – ad aria, ad acqua e cooling gel – regolabile a 5 intensitá, che permettono di lavorare a potenze molto più elevate con il vantaggio di poter personalizzare il trattamento in base alla gravitá della patologia.

Altra caratteristica importantissima di questo strumento è la possibilità di lavorare con diversi filtri (6 filtri: 430, 480, 530, 590, 640, 750 nm), per decidere a che profondità agire nel tessuto. La IPL, infatti, agisce dall'esterno verso l'interno ed il filtro esercita la funzione detta di “CUT OFF” che impedisce alla luce di penetrare nei tessuti oltre la zona che si vuole trattare.

La tecnologia che peró la rende unica é quella di poterla utilizzare in doppia modalitá: solo IPL o IPLRF, vale a dire in combinazione con la Radiofrequenza che agisce in maniera opposta alla IPL, dall'interno verso l'esterno.
Questa sua singolare e innovativa versatilità ci permette di ottenere un doppio effetto di riscaldamento sulle ghiandole del Meibomio agendo in maniera molto più efficace.

Recenti studi, inoltre, hanno dimostrato come la Radiofrequenza agisca sui nervi della Ghiandola Lacrimale principale stimolando una maggior secrezione, e rendendo utile questa macchina anche per chi ha un occhio secco da ridotta produzione lacrimale.

Per questo motivo ho redatto un protocollo che prevede, in ogni trattamento, una combinazione della IPL con la Radiofrequenza (Dual Mode) con una potenza da 10 a 100 watt tenendo conto del fototipo del paziente (la macchina permette la scelta tra 5 fenotipi differenti) e della profonditá che vogliamo raggiungere (6 possibilitá di scelta cambiando i filtri).

Quando la sola luce pulsata non é sufficiente si puó associare la Tecnica di Maskin, il Probing delle Ghiandole del Meibomio, per ripulirle dai sedimenti che possono averle occluse.

Il trattamento con Lipi Flow l'ho abbandonato in quanto troppo costoso e con percentuale di successo molto inferiore alla luce pulsata ed al Probing.

Qualsiasi trattamento si renda necessario potrá, comunque, essere svolto nello stesso giorno della visita

Per appuntamento a Nizza Monferrato, dove ho lo studio piú attrezzato con queste nuove tecnologie, oppure a Genova, telefoni al numero 0141721427

Per ulteriori informazioni:

http://orioneye.com/luce-pulsata-e-radiofrequenza-combinate/

http://orioneye.com/commenti-e-racconti-dei-pazienti-occhio-secco-dry-eye/

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/7449-iplrf-luce-pulsata-e-radiofrequenza-per-curare-occhio-secco-e-blefarite.html

http://orioneye.com/luce-pulsata-un-approccio-terapeutico-curare-locchio-secco/

https://www.facebook.com/125228867522782/photos/pcb.1408841595828163/1408835452495444/?type=3&theater

http://orioneye.com/wp-content/uploads/2009/11/DENTRO845_Q27-1.pdf

http://www.superinformati.com/medicina-e-salute/un-approccio-terapeutico-occhio-secco-blefarite-luce-pulsata.htm

http://orioneye.com/un-nuovo-approccio-terapeutico-per-locchio-secco-e-la-blefarite-la-luce-pulsata/

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1202835169762141&id=125228867522782

http://orioneye.com/nuove-tecnologie-maculopatie-blefarite/

https://www.medicitalia.it/news/oculistica/6243-un-nuovo-approccio-terapeutico-per-l-occhio-secco-e-la-blefarite-la-luce-pulsata.html

http://orioneye.com/open-day-occhio-secco-marzo-2015/

http://orioneye.com/novita-diagnosi-occhio-secco/

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/5405-nuovi-test-per-la-diagnosi-dell-occhio-secco-e-della-blefarite.html

http://orioneye.com/2462-giornata-occhio-secco-2014-2.html

https://www.medicitalia.it/minforma/oculistica/1978-blefarite-nuovi-approcci-terapeutici.html

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/4558-le-persone-affette-da-blefarite-hanno-piu-probabilita-di-avere-alcune-malattie-sistemiche.html

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/3158-open-day-dry-eye-occhio-secco-6-e-7-aprile-2013.html

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/2814-open-day-lipi-view-e-lipi-flow-per-occhio-secco-blefariti-meibomiti-calaziosi.html

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/2572-il-lipi-flow-come-trattamento-per-l-occhio-secco-da-eccessiva-evaporazione-blefarite-e-meibomite.html

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/2389-il-sondaggio-dei-dotti-delle-ghiandole-del-meibomio-per-curare-la-meibomite-e-l-occhio-secco.html

https://www.medicitalia.it/blog/oculistica/6200-open-day-lipiflow-per-occhio-secco-blefariti-meibomiti-calaziosi.html

http://orioneye.com/open-day-22-12-2015/


Cordiali saluti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test