ipertensione

Ipertensione e stress: imparare a rilassarsi con il training autogeno

Dr.ssa Flavia MassaroData pubblicazione: 17 maggio 2011Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2021

L'ipertensione arteriosa è una patologia che in Italia conduce al 40% delle morti per cause cardiovascolari (infarto, ictus): colpisce in media il 33% degli uomini e il 31% delle donne, di questi il 19% degli uomini e il 14% delle donne sono in una condizione di rischio.

Secondo un sondaggio commissionato dalla SIIA (Società Italiana Ipertensione Arteriosa) gli italiani però non se ne preoccupano, visto che 1/3 non sa cosa sia l’ipertensione, 2/3 non hanno mai ricevuto informazioni a questo riguardo e solo 1/4 dei soggetti che sanno di essere ipertesi controlla regolarmente la propria pressione.

Quando la pressione è troppo alta?

Secondo quanto indicato da SIIA si parla di rischio cardiovascolare e di una conseguente necessità di intervento terapeutico e farmacologico quando:

  • i valori di pressione sono pari o superiori a 140 mm Hg per quanto riguarda la pressione sistolica (la "massima") e/o pari o superiori a 90 mm Hg per quanto riguarda la pressione diastolica (la "minima");
  • valori pressori compresi tra 140/90 e 160/100 sono definiti ipertensione arteriosa di grado 1;
  • tra 160/100 e 180/110 si parla di ipertensione arteriosa di grado 2;
  • oltre i valori di 180/110, si parla di ipertensione arteriosa di grado 3.

Come curare l'ipertensione essenziale

La maggior parte dei casi di ipertensione ha origine sconosciuta (ipertensione essenziale) e non dipende da altre patologie, ma può essere influenzata da fattori ambientali come lo stress e da disturbi di natura psicologica come i disturbi d’ansia.

È perciò possibile affiancare al trattamento medico dell’ipertensione un intervento psicologico e l’impiego di tecniche di rilassamento come il Training Autogeno, che permettono di modificare alcuni parametri fisiologici legati al rialzo pressorio.

Ipertensione e training autogeno

Affrontare l'ipertensione con il Training Autogeno

Il Training Autogeno è una tecnica di rilassamento che agisce sulla muscolatura non solo “sciogliendo” le contratture della muscolatura scheletrica (ad es. collo, spalle e schiena), ma producendo anche la distensione dei muscoli vascolari lisci e il conseguente calo della pressione interna ai vasi sanguigni.

Grazie a questa azione i valori della pressione arteriosa tendono a scendere a normalizzarsi, perché i muscoli che rivestono le pareti dei vasi sanguigni si rilassano e distendono (vasodilatazione).

Il Training Autogeno agisce quindi in due modi che si integrano fra loro:

  • dal punto di vista psicologico, permette alla persona di abbattere i livelli di ansia e stress
  • dal punto di vista fisiologico, induce il rilassamento delle arterie e il conseguente calo dei valori pressori.

Il trattamento medico dell'ipertensione può essere quindi integrato dall'impiego del Training Autogeno, che può affiancare efficacemente la cura dell'ipertensione con farmaci e il rispetto delle regole alimentari abitualmente prescritte.

In conclusione, i soggetti ipertesi possono imparare ad avere più cura di sé, sottoponendosi ai controlli necessari e seguendo seriamente le indicazioni del loro medico, ma possono imparare anche a contrastare lo stress e le tensioni che determinano e/o influenzano negativamente l'ipertensione mediante l'utilizzo di una tecnica di rilassamento.

Fonti:

  • SIIA (Società Italiana Ipertensione Arteriosa)

Autore

fmassaro
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo

Laureata in Psicologia nel 2003 presso Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Lombardia tesserino n° 8637.

9 commenti

#9
Ex utente
Ex utente

Bene ringrazio la dottoressa per questi consigli.
Ad esempio a me basta respirare in modo minimamente condizionato per avere una minima normale si abbassa per la precisione di 6-7 respirando in modo condizionato moderato durante la misurazione, questa è proprio la prova che queste teorie sono anche pratica direi.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ipertensione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Altro su "Ipertensione"