Bloccare la crescita delle metastasi da carcinoma prostatico

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 05 ottobre 2013

Come le cellule normali anche le cellule tumorali richiedono aminoacidi per la loro crescita e il mantenimento delle funzioni e le proteine del LAT, il meccanismo di trasporto degli amminoacidi, sono i vettori che le riforniscono.

Nel  cancro prostatico metastatico resistente alla terapia ormonale le cellule tumorali sono strettamente dipendenti per il loro metabolismo dal meccanismo di trasporto della leucina.

Per studiare la funzione di LAT nel cancro alla prostata, Qian Wang, Ph.D del Laboratorio Centenary Institute di Sydney, in Australia, e colleghi hanno studiato l’espressione del LAT3 nei campioni di tessuto proveniente da pazienti affetti da cancro alla prostata, hanno analizzato la funzione del LAT in cellule tumorali in vitro, hanno utilizzato tecniche pecifiche per determinare quali geni e quali vie sono associate con la funzione del LAT, e valutato il ruolo del LAT1 e LAT3 nella formazione, la crescita e le metastasi del tumore nei topi.

I ricercatori hanno scoperto che LAT3 è stata espressa in tutte le fasi del cancro alla prostata e che l'inibizione delle proteine ​​LAT blocca l’attività di almeno 100 geni metastasi-correlati, tra cui i fattori di trascrizione E2F, fattori che determinano la crescita cellulare, con conseguente inibizione del ciclo cellulare. Nei topi iniettati con le cellule del carcinoma prostatico, la formazione del tumore,delle metastasi, e la progressione del ciclo cellulare sono stati tutti inibiti quando il gene LAT1 o LAT3 è stato eliminato.

Gli autori concludono che inibendo il LAT della leucina e inibendo così l'assorbimento della leucina stessa, si può offrire una nuova opportunità terapeutica per il carcinoma prostatico metastatico, colpendo la crescita tumorale e la formazione di metastasi attraverso l'inibizione del ciclo cellulare.Chiaramente necessitano ulteriori indagini sugli effetti a lungo termine della deprivazione di leucina, così come gli effetti su altri tipi di cellule e meccanismi di resistenza.

Gli autori asseriscono che questa scoperta avrà enormi implicazioni per gli studi sul cancro della prostata e le sue terapie.

 

Bibliografia:  Wang et al. Proteins that Deliver Leucine to Prostate Cancer Cells Are Therapeutic Targets. Journal of the National Cancer Institute, September 2013 DOI: 10.1093/jnci/djt288

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

4 commenti

#4
Utente 372XXX
Utente 372XXX

buongiorno dott.gentilmente sono disperato ho mio padre 69 anni da novembre 2014 aveva avuto dei problemi ad urinare gli bruciava,urinava poco,gli hanno prescritto,CIPROXINA 400MG,a natale non stava bene,in farmacia gli hanno dato udrinox da 600mg ma il problema non si e risolto ha fatto il prelievo di sangue il PSA e uscito 4,5 poi a gennaio 2015 in svizzera gli hanno effettuato una tac con mezzo di contrasto e uscito fuori il cancro alla prostata rientrato in italia ha rifatto il prelievo del PSA e uscito 7,5 ha effettuato subito una PET .RADIO COMPOSTO:18FDG:ATTIVITA SOMMINISTRATA 400MBq:reperto scientifico:l'indagine PET evidenzia iperaccumulo del tracciante a livello della regione sovra-retroclaveare sinistra (7,7) della regione ilare polmonare destra(5,8) della regione retrocavale(7,7) lomboaortica-intercavoparaortica(7,2) delle regione iliache(5,8) e di numerosi distretti scheletrici con SUVbwmax 12.3 (omero destro,scapola destra,numerosi metameri del rachide in toto ,numerose coste,bacino e femori.Si evidenzia inoltre, nei limiti della metodica con FDG accumulo del tracciante a livello della loggia prostatica (8.0) Neccessario approfondimento diagnostico.Si evidenzia infine accumulo del tracciante a livello della fossa iliaca destra(10.7)a verosimile localizzazione.dott.dopo questo ha effettuato la scintigrafia ossea :total body:con 600mbq di 99m tc mdp:risultati : l'esame sistematico dello scheletro eseguito in proiezione anteriore e posteriore total body evidenzia iperaccumulo del radio composto in corrispondenza della teca cranica(regione frontale destra)omerale destra,della scapola destra,dello sterno,del decorso di numerose coste bilateralmentedei diversi metameri del rachide,del bacino e dei femori chiedo aiuto...grazie a tutti mio padre si potrà salvare...

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche prostata 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Urologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Contenuti correlati