Utente
Buongiorno, ho un dubbio, non sono mai stata allergica alle tinte per capelli, ultimamente ho scoperto di essere allergica ai pollini quindi per scrupolo, sapendo che le allergie si manifestano quando il sistema immunitario funziona male, mi chiedevo che anche se mi tingo i capelli da anni, e avendo comprato ultimamente una tinta senza ammoniaca e PDD mai usata prima, temo possa andare incontro ad allergie cutanee, quindi la domanda che Le pongo è: se è sufficiente fare un test di tolleranza mettendo un po di tinta nell'avambraccio o dietro l'oercchio per scoprire un'eventuale allergia alla tinta?
inoltre volevo sapere quanto tempo devo aspettare prima di essere sicura di non essere allergica e se devo mettere solo la tinta pura o tinta ed ossigeno.
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
Carissima, essendo allergica ai pollini, non è detto che lo sia anche ad altre sostanze. L'unico modo per saperlo è quello di eseguire un PATCH TEST che consiste nel depositare almeno 5 gocce della sua nuova tinta su un piccolo batuffolo di cotone precedentemente compresso con le sue stesse mani (misura cm 1x1). Quindi cercare un posto sulla cute piano, liscio e senza peli.( avambraccio ). Dopo 2 giorni rimuovere il tampone guardarlo e richiuderlo. ripetere la manovra dopo 5 giorni. Se almeno in una di queste 2 volte la cute è arrossata, tumefatta e pruriginosa sotto il tampone, significa che è allergica, se invece la cute è intatta il test è negativo.
Lo faccia pure, anche se non capisco perché vuole cambiare tinta. Un prodotto se funziona bene e non da problemi, anche se vecchio,perché cambiare il certo per l' incerto.
Mi faccia sapere qualcosa. CLAUDIO BOSONI.
Dr. claudio bosoni

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la sua risposta, volevo cambiare tinta solo perchè c'è stato un periodo, un mese fa, ove credo sempre per via della mia allergia ai pollini ( betulle, cipressi e graminacee ) che mi procurava rinite, congiuntivite, bruciore alla gola e iperosmia, quindi gli odori che in passato nemmeno percepivo, li sentivo cosi forti da provare fastidio, e siccome la tinta che usavo precedentemente era a base di ammoniaca e si sa che l'ammoniaca ha un odore forte ho acquistato una tinta senza ammoniaca di una marca differente visto che l'azienda che acquistavo prima non la produceva. In realtà ne cercavo una che non contenesse nickel ma non ne ce ne sono, io non ho mai fatto i pacth test ma so si essere allergica perche quando indosso orecchini che lo contengono mi si formano delle ferite nei buchi dei lobi e ultimamente avevo notato non so forse lei mi potrebbe aiutare a capire il perchè, che mi si gonfia leggermente il labbro ( gli altri non lo notano lo sento io al tatto )e mi bruciano le gengive, e pensando sempre al nickel ho acquistato un dentifricio che non lo contiene e il fastidio alle gengive è diminuito e anche il gonfiore al labbro, non è sparito ma mi succede meno volte principalmente al risveglio o dopo i pasti o dopo che spazzolo i denti. Grazie per il suo prezioso tempo.

[#3] dopo  
Utente
Quindi dottore, se utilizzassi la mia vecchia tinta non dovrei fare il test sulla pelle anche se è subentrata l'allergia ai pollini, è corretto?

[#4]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
Usi pure la vecchia tinta perché con l' allergia non c'entra niente. Se non le ha dato problemi finora, c'entra poco con le sue pollinosi. Per quanto riguarda l' ammoniaca non dà allergia ma al massimo una irritazione rino-faringea-laringea che passa in poco tempo. Il nichel non può essere in causa in quanto essendo contenuto nelle monete le avrebbe già dato per prima una allergia desquamativa alle mani. Faccia come le dico e vedrà che tutto si sistemerà. Attenzione alla somatizzazione psichica che potrebbe dare sintomi simili. Lei non si sente mai agitata ? Non vede il mondo come una roccia da scalare.
Come terapia le consiglio Zirtec 2 cpr. al di e se non migliora entro 10 giorni una iniezione al mese di Kenacort fiale x 2 mesi, proteggendo lo stomaco con Esopral 1 comp. al di alla sera.
Ci risentiamo
Dr. claudio bosoni

[#5] dopo  
Utente
Dottore, Lei è davvero in gamba, se lo faccia dire, è uno dei pochi che sa andare oltre...A dire il vero, da dicembre fino ad ora ho vissuto un periodo di ansia generalizzata a causa di problemi con mio marito che mi hanno procurato reflusso, bruciori di stomaco, laringospasmo, broncospasmo, dispnea, bisogno di respirare fino in fondo e e sospiri tipo quando piangi tanto che dopo respiri a sussulto, diaframma che si bloccava, insonnia, inappetenza, iperosmia, rinite, congiuntivite, prolasso ugola, sensazione di soffocarmi con la saliva, sensazione che il petto qualcuno me lo tiri dall'interno, paura di contaminarmi. Per cercare il bandolo della matassa, ho consultato, uno psichiatra, un allergologo e un gastroenterologo, per cercare di capire a cosa erano dovuti tutti questi sintomi visto che erano comuni a reflusso, allergia e ansia, e tutti e tre mi hanno dato delle terapie e che dovevo cercare da sola di capire, l'origine dei miei disturbi, magari per esclusione, anche se sembravano orientati per un forte stato di ansia e un inizio di depressione. A dire il vero, ho seguito solo la terapia da reflusso e ho tralasciato gli antistaminici e gli ansiolitici perchè mi davano troppa sonnolenza e perchè l'allergologo diceva che avevo solo 2 positività ai pollini, quindi l'allergia era lieve e potevo anche non assumere nulla. A settembre comincerò un po di psicoterapia perchè a volte sento il mondo come diceva lei una roccia da scalare. Attualmente sto meglio, anche se la rinite e congiuntivite e un sospiro di tanto in tanto,persistono, quindi mi chiedevo se sono presenti nell'aria ancora dei pollini o potrebbe essere provocata dal reflusso visto che ho sospeso la terapia del reflusso? e se le allergie peggiorano se non si segue la terapia? grazie, proverò la sua terapia e le farò sapere presto. E' stato davvero cordiale.

[#6]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
Gent.ma
Lei mi presenta un quadro clinico completamente diverso dall' ultima volta, con molte più informazioni. Ho esaminato a lungo tutti i suoi sintomi e sono più che convinto che siano tutti delle somatizzazioni di una Sindrome ansioso-depressiva reattiva a fattori ambientali (problemi personali). Pertanto sospenda la terapia da me prescritta l' ultima volta perchè non porterebbe a nessun risultato, visto il nuovo quadro nel suo insieme.
Dunque da sola non ce la farà mai. La psicoterapia nel suo caso non avrebbe buoni risultati perchè non adeguata al suo caso. La depressione si cura con i farmaci antidepressivi. La psicoterapia non ha efficacia nel paziente finché è depresso, perchè molto spesso è confuso per la sua malattia. Solo una giusta terapia farmacologica anti-depressiva potrà guarire la malattia.
Prima di prescriverle una terapia vorrei sapere il motivo dei dissidi familiari e se non ha mai avuto problemi al cuore.
Dr. claudio bosoni

[#7] dopo  
Utente
Dunque, io e mio marito eravamo sul punto di separarci, inoltre ero in rotta di collisione con mia madre che mi fa mille dispetti. Non ho mai avuto problemi di cuore ma ho la ferritina sempre bassa per via della mia anemia mediterranea e del fatto che non mangio carne, integro con integratori a periodi. Grazie

[#8]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
Gent.ma
Ora le prescriverò la terapia, però prima di iniziarla, deve assolutamente promettermi di mostrarla al suo medico. E' IMPORTANTISSIMO perchè lui la conosce bene. Cosi facendo eviteremo interazioni con altri farmaci o patologie pregresse o attuali, che controindichino la terapia evitando così dei rischi.
TERAPIA:
-AMITRIPTILINA gocce 3 gtt. x 2 volte al dì per 3 giorni
4 gtt. x 2 volte al di per 3 giorni
5 gtt. x 2 volte al di per 3 giorni
continuare a salire così fino a raggiungere
12 gocce x 2 volte al di
Continuare a queste dosi come terapia di mantenimento. Le dirò io quando ridurre o aumentare. Questa terapia può dare luogo a una leggera sonnolenza che passa nel giro di una settimana. Tenga presente che il massimo dell' effetto si ha dopo circa 4-5 settimane. Se i presentassero alcuni effetti collaterali li sopporti, ma non sospenda la cura, che nel suo caso darà ottimi risultati.
-LORAZEPAM 1mg cpr. 1 cpr. alla sera 1 ora prima di coricarsi.
Dr. claudio bosoni

[#9] dopo  
Utente
D'accordo dottore, ne parlerò col mio medico curante. Spero faccia effetto perchè mi sento proprio giù di corda, mi occupo dei miei figli con gran fatica e difficoltà di attenzione e concentrazione. Volevo chiederLe se il patch test della tinta posso farlo dietro la schiena o pancia o sul piede o nell'incavo del ginocchio che sono posti non visibili agli altri e se secondo lei anche l'allergia possa essere psicosomatica. Grazie per la sua attenzione e disponibilità, l'aggiornerò presto.

[#10]  
Dr. Claudio Bosoni

24% attività
20% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2020
Aspetti a fare il test che le ho prescritto. Perchè anche le allergie possono avere la stessa origine. Voglio prima vedere i risultati ottenuti con la terapia dopo 10 giorni. Poi si vedrà. Comunque, al bisogno si faccia sentire.
Dr. claudio bosoni