Vaccino anti covid anziano rischi - benefici dall'anamnesi

Buongiorno, per un uomo di 89 anni che per le ragioni elencate di seguito NON può assumere farmaci come (Aspirina, Tachipirina, etc) con carenza di G6fd quindi affetto da FAVISMO, con fibrillazione atriale e quindi in terapia anticoagulante (Coumadin), con episodi di allergia ad alcuni farmaci (Rocefin), facendo una valutazione attenta rischi - benefici e considerando anche lo stile di vita di una persona di quest'età, fare il vaccino anti covid è sconsigliabile?

Grazie
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 2,2k 117
Mi pone un problema di non facile soluzione. Chiunque vorrebbe che un proprio familiare vivesse il più a lungo possibile. Però ci sono delle situazioni in cui bisogna fare delle scelte, non facili. Suo padre è un cardiopatico, che a quel' età può portare anche problemi seri, soprattutto perchè ha altre patologie altrettanto serie ed intolleranze a numerosi farmaci. La scelta è: o lo si lascia cosi com' è, e va avanti nella sua routine, vivendo non si sa fino a quando, a rischio di covid che lo porterebbe a morte certa. Oppure lo si vaccina (che secondo me è un rischio accettabile) e continuerà a vivere come ora, sempre che le sue patologie croniche non si aggravino e portino ad un esito infausto. Le faccio un altro ragionamento: se dovesse morire per il vaccino (fin ora non ne sono morti tranne un caso non chiaro), lei sarebbe serena in quanto ha fatto di tutto per salvarlo da morte certa. Se non lo vaccina e morisse per covid, secondo me lei non avrebbe più pace, per i sensi di colpa. Se l' avessi fatto vaccinare......... deve scegliere tra queste due soluzioni.

Dr. Claudio Bosoni

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa