Test sierologico Covid negativo a 4 mesi dalla guarigione

Gentili dottori,
Sono un ragazzo di 24 anni.

Ho contratto il Covid ad inizio gennaio avendo come sintomi letteralmente un giorno di febbre elevata e dal nulla, una settimana dopo, la perdita completa di gusto e olfatto (tuttora l'olfatto non è pienamente recuperato).
Sono rimasto positivo dall' 8 al 26 gennaio 2021.

In attesa del vaccino ho deciso di farmi un test sierologico e ho i valori di IgG (quelli classici, non valutati con la proteina Spike) inferiori a 1. 4, il che significa esito negativo, come se non avessi mai avuto nulla.

Avrei due domande:
1.
È vero che ci sono soggetti in cui la risposta immunitaria deriva dall'attivazione di linfociti T e che quindi non vengono "generate" le IgG?

2.
È vero che la presenza delle IgG è condizione sufficiente ma non necessaria ad avere la protezione dalla reinfezione?
Cioè, non averle non significa necessariamente non essere immune.


Vi ringrazio anticipatamente
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,2k 173
Con questi valori è assolutamente necessario, cha faccia anche il vaccino.

Dr. Claudio Bosoni

[#2]
dopo
Utente
Utente
Certo, ma mi sarei vaccinato in ogni caso.
Le mie domande erano più specifiche riguardo alla risposta immunitaria, siccome ho letto che ci sono studi al riguardo.
[#3]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,2k 173
Per andare sullo specifico, anche noi medici non possiamo a livello tecnico dare delle risposte non comprensibili dal paziente. Lei deve fidarsi altrimenti non si fa nulla. Intanto ripeta il sierologico con proteina spike. Faccia il vaccino e dopo 15 gg dalla prima dose, ripeta ancora l'esame. A quel punto qualcosa si muoverà.

Dr. Claudio Bosoni

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio