Vaccino anti covid-19 in paziente allergico

Gentilissimi Dottori,

Vi scrivo per un parere a proposito della somministrazione del vaccino anti-covid 19 in soggetto allergico.


Sono una donna di 32 anni, affetta da asma bronchiale sin dall'infanzia.

Soffro, in particolare, di allergie ad acari e graminacee, trattate con farmaci cortisonici e ricorrendo all'occorrenza al Ventolin.

Ultimamente, inoltre, ho notato la comparsa di sintomi allergici legati ad alcuni alimenti (senso di costrizione alla gola con nocciole o pasta integrale) e metalli (orecchini di qualunque metallo diverso dall'oro), ma non sono ancora riuscita a fare le verifiche del caso.


Ho prenotato il vaccino anti-covid e penso che mi somministreranno Pfizer o Moderna, tenendo conto della fascia di età.


Volevo chiedere cortesemente se, a Vostro giudizio, debba prima sottopormi a degli accertamenti allergologici, per precauzione, oppure se possa effettuare il vaccino direttamente.


Se l'informazione può essere utile, segnalo inoltre di soffrire di stipsi importante (trattata con Movicol e probiotici) e di talassemia minor.


Vi ringrazio per la gentile disponibilità e per l'ottimo servizio offerto.


Tanti cordiali saluti
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,1k 164
Secondo me è meglio rivolgersi all' allergologo, per avere il nulla osta per eseguire il vaccino covid

Dr. Claudio Bosoni

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio