Erezioni meno vigorose

Buongiorno, ho chiesto vari consulti tutti per "problemi" differenti, e sono arrivato a redigere questo per racchiuderli un po' tutti e ragionarci.. Sono stato operato a metà febbraio per un'ernia inguinale dx che mi dava noie al testicolo destro, operazione ben riuscita a detta del chirurgo, con la tradizionale retina.. Il recupero è stato molto traumatico, avevo difficoltà a camminare i primi 3-4 giorni, poi pian piano il dolore è diminuito e dopo una settimana riuscivo a stare quasi ben eretto con la schiena. Tuttavia, dopo l'intervento erano comparsi vistosi ematomi sul pene e sullo scroto, risolti con un po' di pazienza e con la graduale ripresa di attività quotidiane.. Dopo una diecina di giorni però, sono comparsi dei cordoncini duri nel pene, all'inizio uno sul dorso, poi anche vicino al prepuzio, indolore allo stato flaccido, ma che tiravano molto in erezione.., infine sul glande era comparsa tipo una vena blu..Il pene era costantemente caldo... così sono andato in farmacia, dove mi hanno dato del reparil.. dopo 5 giorni la situazione era immutata, così il dottore mi ha detto che poteva essere una flebite ( o una cosa simile ) curata con ippotoven gel.. dopo 3.-4 applicazioni quei cordoncini erano scomparsi, o meglio , non si sentivano più in rilievo e non tiravano più, e dopo poco tempo sono del tutto spariti.. Risolto questo, ne è inziiato un altro, ovvero verso la metà di aprile ho iniziato ad urinare un po' storto, ovvero il getto finale si presentava senza consistenza. Ho fatto una visita urologica e il dottore mi ha detto che poteva dipendere dal frenulo corto, che infiammato provoca un edema sul glande con conseguente restringimento del meato. Mi ha controllato testicoli , prostata e vescica con l'ecografia e ha detto che sta tutto bene e che anche il rpm è fisiologico consigliandomi una frenuloplastica.
Mi sono dimenticato di dirgli però, che da quando è successa la storia dei cordoncini, il pene è sempre stato meno duro di un tempo.. le erezioni sono più morbide e "gommose", ed anche il pene flaccido sembra più morbido e vuoto.. Inoltre, masturbandomi , lascio come l'impronta del dito sulla pelle del pene, che in quel punto assume una colorazione giallognola ( tipo quando un livido sta scomparendo ).
Cosa può essere secondo voi?
[#1]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 67
Caro signore,
sintomi non correlati: urinare storto, cordoncini e deficit erettivo. Almeno apparentemente. Visti inumersi consulti le dico che è inutile che lei continui a ragionarci. Vada da bravo collega specialista e vediamo cosa c' è.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Scusi dottore , ma il fatto che a volte il glande si presenti giao così come la
Pelle del pene , non può far pensare ad un problema circolatorio ?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Scusi dottore , ma il fatto che a volte il glande si presenti giallo così come la
Pelle del pene , non può far pensare ad un problema circolatorio ?
[#4]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 67
il giallo è il colore dell' estate.....
[#5]
dopo
Utente
Utente
Può essere che il frenulo così rosso ed infiammato provochi questo ?
Magari ora mi risponde che il rosso e il colore del fuoco ? Ahahah
[#6]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 67
per me quello è un pene da Romanista (rosso e giallo)
[#7]
dopo
Utente
Utente
Tralasciando le battute, mi può esprimere un parere inerente la problematica ?
[#8]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 67
Glielo ho detto con le buone, glielo ho detto scherzando. Evidentemente non ha capito.
Vada da collega, inutile continuare con simili inutilità. Ultima mia risposta.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test