Utente 187XXX
Salve! Mi è stata diagnosticata una ostruzione dei dotti eiaculatori da calcificazioni dopo una prostatite. L'emissione all'orgasmo si limita in poche gocce di liquido inconsistente. Il problema reale è che dopo circa un'ora dall'orgasmo, comincia a farmi male il deferente di destra, che al tatto appare turgido. Probabilmente l'ostruzione alla prostata funge da "tappo"... Mi chiedevo se a parte la TURED ci sono delle tecniche valide per disostruire il dotto eiaculatorio interessato. L'ultimo urologo che ho consultato ha saputo solo consigliarmi di prendere un analgesico in prossimità del rapporto sessuale...

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

situazioni cliniche complesse e particolari come la sua purtroppo richiedono sempre una valutazione clinica diretta, sia per confermare una precedente diagnosi sia per impostare una eventuale terapia precisa e mirata.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com