Utente 474XXX
Gentili medici, buonasera, sono un ragazzo di 19 anni studente al primo anno di medicina e chirurgia, vi scrivo perchè circa 6 mesi fa sono stato operato di varicocele sx 2/3 grado. Nelle settimane successive all'intervento le vene erano notevolmente regredite e sgonfiate, tuttavia da circa tre mesi a questa parte ho notato una progressiva dilatazione delle stesse vene e adesso a distanza di sei mesi dall'intervento le vene mi sembrano nuovamente dilatate e palpabili con il classico sacchetto di vermi proprio come prima dell'intervento, o quasi. Così due settimane fa ho nuovamente fatto una visita dal chirurgo andrologo che mi ha operato e gli ho espresso le perplessità su una eventuale recidiva, tuttavia lui dopo avermi visitato mi ha detto che il variocele non era recidivato e che non vi era reflusso e di stare perciò tranquillo Gli ho anche mostrato l'ultimo spermiogramma effettuato e mi ha detto che a lui sembra molto buono. Io ho due domande: è possibile che il varicocele non sia ritornato anche se le vene sono nuovamente dilatate? So che non si elimina le vene ma il reflusso però nel mio caso sono prima regredite e poi sono tornate nuovamente palpabili, è normale ciò? Inoltre è possibile attestare la presenza di un eventuale recidiva di varicocele anche senza doppler? Vi posto infine gli spermiogrammi che ho eseguito dal 2016 fino ad oggi, omettendo quello del 2015 per motivi di spazio che eventualemnte posso riaggiungere. La cosa che più mi preoccupa di questi esami è infatti il parametro morfologia. So che il valore normale è 4% però comunque ho letto che dovrebbe essere superiore per essere considerato buono, almeno 10-15%.

esame del 2016 pre-intervento

astinenza 4gg
pH 7,6
volume 2,0 ml
aspetto e viscosità normali
fluidificazione completa
motilità progressiva rapida e lenta 65%
motilità non progressiva 11%
immobili 24%
morfologia normale 7% anomala 93%
vitalità non si esegue
concentrazione spermatozoi 26, 500 milioni/ml
concetrazione per eiaculato 53 milioni
cellule germinali 8,0 milioni/ml
leucociti 0
cellule di sfaldamento, eritrociti, cristalli, batteri, corpuscoli prostatici: assenti
altre: presenti.

09/17 post intervento

astinenza 4gg
pH 7,8
volume 2 mL
aspetto e viscosità normali
fluidificazione completa
motilità progressiva rapida e lenta 64%
motilità non progressiva 7%
immobili 29%
agglutinazione spontanee assenti
morfologia normale 11% anormale 89%
vitalità non si esegue se % immobili

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldilà dei numeri e percentuali espresse dagli spermiogrammi eseguiti, che evidenziano una fertilità possibile, l'unico esame che esclude con certezza la recidiva dei un vaircocele é l'ecocolordoppler scrotale.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it