Utente 476XXX
Salve, scrivo per un problema che continua a cruciarmi particolarmente.
Ho dei puntini rossi sul glande, che dopo un rapporto ( non protetto ) con la mia ragazza, ( ormai da molto mesi ) s’ingrandiscono dei puntini rossi, che sono sempre presenti... solamente più piccoli e quasi invisibili.
Non recano alcun prurito, diciamo che lentamente sembrano aumentare.
Ho provato con prescrizione del medico una crema antibiotica e un medicinale per trattamento clamidia. ( il medico esclude le malattie veneree più gravi. [ AIDS, sifilide,gonorrea, ] ma non sa dirmi di preciso cosa possa essere. Uno stesso dermatologo valuta una cosa di bassa entità.
IO NON CI DORMO LA NOTTE.
Sarei grato a chi possa risolvere questo mio assillo.
Grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

eruzioni del genere possono essere la conseguenza di una , anche banale, infezione locale
curi l'igiene, si lavi con saugella e , se il fenomeno persiste, ne parli con il suo medico
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 476XXX

Grazie per la sua risposta immediata dottore. Comprerò a breve il prodotto.
Come dovere civico di cittadino non vorrei essere potenzialmente contagioso, nel rispetto delle donne con cui potrei aver rapporti intimi. Non ho paura per la cosa, ma voglio risolvere il programma. ho letto che non si possono mettere allegati... le dico che alla base del pene non ho tracce, il fenomeno si riserva solo al glande. questi puntini, a volte rossi intenso, a volte rossi pallido, a volte giallognoli molto spento, non recano alcun fastidio, arrossamento o dolore durante l’amplesso... la cosa mi rincuora. Le comunicherò il risultato del trattamento e mi riserverò d’andare da un dermatologo specializzato nel campo delle malattie veneree.

Grazie. Cordiali saluti.