Utente 473XXX
Salve, come faccio a verificare se un laboratorio segue questo criteri? A parte chiedere al mio medico (che non so se ne è a conoscenza). Posso chiedere direttamente in laboratorio? Come faccio a fidarmi? Poiché mi hanno chiesto costi differenti..da 20 euro a 70 euro non so più di chi fidarmi.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

indipendentemente da quello che le dicono per verificare se un laboratorio ha eseguito l'esame secondo i criteri WHO 2010 bisogna purtroppo valutarlo dopo l'esame, prima si deve fidare delle indicazioni o del suo medico di base o di quello che le riferiscono.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Gentile dottor Maretti grazie della risposta. Sono capitato più volte sul suo sito e ne approfitto per chiederle di chiarirmi un forte dubbio. Ho fatto due volte lo spermiogramma (la prima volta da un andrologo e ieri mattina in laboratorio). Purtroppo in entrambi i casi ho avuto difficoltà di erezione causa il forte stress psicologico nel dover fare una cosa non per piacere ma forzata. Ho eiaculato quando l'erezione non era totale ma credo al 90% e il liquido mi è sembrato meno del solito (E dopo 4 giorni di astinenza me ne aspetto parecchio). Chiedo se la qualità del liquido può essere falsata e alterata da queste condizioni, perché nel primo caso i valori sono usciti purtroppo brutti. Vorrei provare in un centro che mi permetta di fare la raccolta a casa e a consegnarla entro 15' mantenendo la temperatura giusta. Poiché sento e leggo pareri discordanti su questa cosa volevo sapere se secondo lei è possibile che i risultati siano falsati dalla raccolta non ottimale. Grazie e buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Certo e proprio per questo i criteri WHO prevedono di eseguire almeno due esami ad una distanza di almeno 7 giorni e comunque non oltre i 90 giorni.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#4] dopo  
Utente 473XXX

Come supponevo.. mi perdoni.. di quanto potrebbe differire dalla realtà un risultato di un test effettuato in queste condizioni? Nel mio caso si parla di 4 mln totali.. può anche essere un totale falso allarme? Perché l'andrologo mi ha prescritto integratori e mi ha detto che il risultato era comunque valido.. sto passando dei mesi da incubo e se tutto fosse un falso allarme sarebbe assurdo..

[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
quindi ripeta l'esame e si tolga ogni dubbio.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#6] dopo  
Utente 473XXX

effettuato nuovo spermiogramma, anzi 2. uno in laboratorio e il secondo in un ospedale che si occupa di fecondazione. in entrambi i casi il risultato è stato simile e totalmente opposto al primo, effettuato da un andrologo che aveva visto 2 mln per ml e 20% di motilità. Gli ultimi due invece parlano di 23 mln per ml e 40% di motilità. Nonostante anche questi due li ho fatti in condizioni di nervosismo e senza eccitazione e erezione. In primo luogo le chiedo se secondo lei può succedere un errore del genere, può immaginare quanto spavento mi ha messo addosso in questo mese e mezzo. Inoltre le chiedo, le forme rapide da linee guida 2010 che percentuale dovrebbero avere? Può essere che la mia condizione psicologica abbia influito su queste? Ritiene opportuno ripetere lo spermiogramma facendo la raccolta a casa e portando entro 10' il liquido in laboratorio?

[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che i miei dubbi hanno avuto un riscontro, per una valutazione dei suoi esami serve vedere l'esame per intero (almeno uno) e quindi ogni sua domanda sarà esaudita.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#8] dopo  
Utente 473XXX

Quello più attendibile ce l'hanno in ospedale e tornerò nei prossimi giorni a ritirarlo. Quello che ho con me è quello fatto in laboratorio e dice:

Ml 4.2 di sperma con viscosità normale
Fluidificatosi in 12' a 37°

Rare cellule epiteliali
Rari corpuscoli prostatici
Poche cellule rotonde della linea seminale

43mln di spermatozoi per ml

60% di forme regolari

Motilità all'emissione 40%
Dopo 3 ore 30%
Dopo 6 ore 20%
Dopo 9 ore 10%

Qui purtroppo non ho la percentuale delle forme rapide che sono uscite scarse in ospedale. A questo punto ho un quesito importante dottore.. se mi dice di si provo a fare l'ennesimo spermiogramma con raccolta a casa. Premesso che la ginecologa che ci segue in ospedale sa di questa condizione.

La motilità, e non il numero ma solo la motilità, può essere influenzata da uno stato di stress fisico e di calo del desiderio? Può essere che il figlio non arriva perché ora come ora ho poco eccitamento e vedo il sesso come qualcosa di riproduttivo? Tutti dicono che più si è calmi e meglio è.. ma purtroppo non pensarci è impossibile.. una volta che si usano integratori, che l'atto è deciso dal giorno di ovulazione e non dall'impulso sessuale.. credo che un calo del desiderio sia inevitabile. Per quanto l'atto in se mi piace, non riesco a eiaculare se non con stimolazione esterna più decisa e conseguente penetrazione un attimo prima dell'orgasmo. So che dovrò farmi vedere e stavolta spero di incontrare un buon andrologo. Ma intanto le chiedo se questa condizione può influire sulla motilità perché a quanto pare il numero è ottimo. (In ospedale della riproduzione, le ricordo, il numero è stato di 23 mln/ml). Devo però capire se il dato sulla motilità è attendibile o se lo sto alterando io causa il mio stato psicologico e di ansia. Grazie dottore del suo aiuto

[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se è in grado di capire qual è il più attendibile capirà che questo che ci illustra non segue i criteri WHO e quindi rende l'esame non attendibile ed è inutile discuterne, per gli altri suoi dubbi si confronti con lo specialista, da questa postazione posso solo basarmi sui dati che ci riporta e quindi aspetto di confrontarmi con un esame fatto secondo i criteri prima citati.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#10] dopo  
Utente 473XXX

d'accordo appena avrò i risultati (che per ora conosco solo a voce) li elencherò per iscritto.

E per quanto riguarda la domanda sulla motilità legata al calo del desiderio e allo scarso eccitamento di questo periodo della mia vita?

[#11] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
prima di dare giudizi basati sul nulla l'esame comprensivo della motilità va visto in un unico contesto.

ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#12] dopo  
Utente 473XXX

Ecco il test attendibile:

astinenza 3 gg

caratteri fisici:

volume 5.0 ml
ph 7.8
colore grigio o pales
coagulo assente
liquefazione 15'
viscosità aumentata +

esame microscopico:

numero 25mil/ml
agglutinazioni presenti spec.
cellule germinali rare
eritrociti assenti
cellule epiteliali alcune
leucociti 0.310
batteri rari

motilità: 1h

statici 59%
non progressivi 20%
progressivi lenti 20%
progressivi rapidi 1%

morfologia:

forme normali 3%
anomalie testa 80%
amorfi 17%
anomalie code 0%

Ora, quello che mi sto chiedendo, dato che da 2 mesi sto prendendo degli integratori per la motilità (spergin e bioarginina), è normale che le forme rapide siano solo l'1%? Può essere che questa percentuale sia così bassa perchè la produzione dello sperma l'ho eseguita con ansia e mancanza di erezione?

[#13] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che i miei dubbi sull'attendibilità dei primi esami era concreta, un dato come esempio è la morfologia normale che nel primo era del 60% e ora è del 3%, notevole differenza che conferma il dato già sottolineato da numerosi esperti nel settore che l'80% degli esami seminali fatti in Italia non è attendibile. Per finire non credo che l'ansia giochi un ruolo negativo quanto la terapia che sta facendo che si è basata su dati non attendibili, quindi si confronti con uno specialista dedicato a problematiche riproduttive.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#14] dopo  
Utente 473XXX

Grazie ancora dottore per il suo interesse. Si, dovrei chiedermi a questo punto se la cura non stia portando a niente anche se mi hanno detto la produzione di spermatozoi si genera ogni 3 mesi e io solo al secondo mese di cura. In ogni caso non credo che faccia addirittura male, giusto?
E quando si dice che i figli arrivano quando non ci si pensa, perché l'ansia e la voglia agiscono negativamente sul concepimento, è vero o no? Io non ci credo..pensanso che comunque sia qualcosa di naturale e scientifico..però me l'hanno detto anche i due andrologi che mi hanno visitato.. come se non ci fosse nulla di provato ma che intanto accade così..

[#15] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
sul fatto che non facciano male è tutto da vedere e comunque come più volte sottolineato non è il modo corretto di proseguire come del resto anche alla seconda domanda ho già risposto "Per finire non credo che l'ansia giochi un ruolo negativo....".

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it